Posted on

Pubblicato su Lo SciacquaLingua 

Roseto Capo Spúlico, Roseto degli Abruzzi e Roseto Valfortore sono tre località che si trovano in Calabria, in Abruzzo e in Puglia i cui abitanti si chiamano tutti rosetani. Come facciamo a sapere, quindi, di quale rosetano parliamo quando non abbiamo elementi che disambiguino? Chi scrive propone di eliminare rosetani per tutti i toponimi e (ri)denominare gli abitanti secondo l’ “origine toponomastica” della località. Per quanto attiene a Roseto Capo Spúlico (CS) li chiameremmo “spúlicani”, dal nome del promontorio che si trova nei pressi e che è stato aggiunto a quello di Roseto. “Rosburghesi” i cittadini di Roseto degli Abruzzi (TE). La ridente cittadina adriatica prima era denominata Rosburgo (“borgo delle rose”). Infine chiameremmo “valfortorani” i cittadini di Roseto Valfortore (FG). Fortore è un fiume che scorre nei pressi  e “bagna” le province di Benevento, Campobasso e Foggia. Chi sa che chi di dovere ─ come usa dire ─ non prenda in considerazione la proposta?

A cura di Fausto Raso

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.