Posted on

Pubblicato su Lo SciacquaLingua

Da “Domande e risposte” del sito Treccani

Sono qui a chiedervi la risoluzione di un dilemma che mi pervade ormai da qualche tempo. Ho iniziato a leggere sempre più frasi di persone più o meno note che usano “gli” al posto di “li” in contesti come: “Ho trovato i carciofi al mercato e GLI ho comprati.” oppure “Cercavo quei quadri e GLI ho visti in quel posto”. Vi chiedo se sia corretto poiché sono certa del fatto che non sia stata una semplice distrazione. Sbaglio io ad usare “li”, sono corrette entrambe le forme, non è corretto “gli”?

La nostra lettrice ha tutte le ragioni per essere sconcertata al cospetto di certe spiacevoli sciatterie grammaticali. Tenga allora ferma, insieme con noi, la bandiera della correttezza: nell’italiano standard, in funzione di complemento diretto (corrisponde a = loro, essi), il pronome personale atono di sesta persona (o terza persona plurale) è LI. E basta. – Hai comprato i biscotti? – Sì, LI ho comprati. Se invece il pronome è usato come complemento indiretto (corrisponde a = a loro, a essi), allora è GLI. – Hai telefonato a Gianni e Pinotto? – Sì, GLI ho telefonato.

A cura di Fausto Raso

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.