Posted on

Questo è il primo (quello di presentazione) degli spot per il rafforzamento della nostra resilienza, ideati dal presidente del Rotary Club Cosenza Nord Francesco Chiaia

Di seguito, il testo integrale.

Salve. Sono Giorgio Marchese. Sono un Medico Psicoterapeuta e socio del Club Rotary Cosenza Nord (del Distretto 2100). Sono Vicedirettore della Scuola di Formazione in Psicoterapia ad Indirizzo Dinamico, di Roma, che ha anche sede a Rimini e a Bari e insegno, nella stessa scuola, materie che evidenziano il rapporto tra la mente e il sistema nervoso e, in più, fanno capire come la nostra capacità di adattamento all’ambiente possa influenzare, positivamente o meno, il ruolo e il funzionamento del sistema immunitario e di quello endocrinologico.

Ho accolto con gioia e, al tempo stesso, con grande senso di responsabilità, l’invito rivoltomi dall’avv. Francesco Chiaia, attuale Presidente del Club Rotary Cosenza Nord, di realizzare insieme a colleghi e giovani specializzandi della Scuola di Formazione in Psicoterapia ad Indirizzo Dinamico – SFPID di Roma, una serie di spot di resilienza al Coronavirus. Insieme cercheremo di mostravi e di mostrare proprio come siamo, senza veli e senza rete, possibilmente con il sorriso, a parlare e a farvi vedere di come si affronta la paura nei momenti di paura.

Non siamo eroi, siamo soltanto esseri umani, professionisti, che si sono allenati e si allenano a guardarsi dentro, a non nascondersi, a non raccontarsi bugie, ma a trovare, nei momenti di difficoltà, sempre le risorse per individuare quel famoso bicchiere mezzo pieno, per consentirci, quindi, di bere quando abbiamo sete.

Qualcuno ha detto che nessuno si salva da solo. Ed è vero.

Noi, come Paese, stiamo dimostrando un’unità che, probabilmente, avevamo dimenticato o non avevamo mai conosciuto e, al tempo stesso, stiamo ammirando e apprezzando tutti coloro i quali si stanno donando per noi, restando veramente stupiti per la loro abnegazione. La scienza ci ha spiegato che noi siamo nati perché eravamo i migliori, nel senso che siamo stati in grado di vincere la competizione con centinaia di milioni di altri spermatozoi.

Ora si tratta di capire meglio il significato forse più vero di Famiglia, intesa come quel luogo in cui ciascuno fa a gara per scendere ad affrontare il pericolo, consentendo ai più vulnerabili di mettersi in salvo e si sposterà soltanto quando l’ultima delle persone a cui vogliamo più bene sarà finalmente al sicuro.

Ecco questo sarà il nostro ruolo, quello di cercare e trovare insieme a voi, alle domande che vorrete fare e che vorrete inviarci (eventualmente saranno comunque ben gradite), quel surplus di coraggio che ci metta in condizione di guardare dritti a noi, senza la paura della paura perché, uniti, ce la faremo e, sicuramente, il sorriso ci salverà.

Grazie. Buona passeggiata insieme, insieme a noi, insieme a voi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.