Posted on

Ho visto il cielo,

l’ho visto di un azzurro infinito

scolpito intorno al sole

riflesso nel cuore della gente

mesta, solerte e silenziosa

L’ho visto incupito,

piangeva sui tetti delle case

dimesse, inerti e sgomente.

Abbraccia il tempo e lo spazio,

si veste del candore del mattino

e lo sporca del suo giorno intenso

e quando arriva sera

si spoglia degli abiti ormai consunti

e si cala nel buio nero…

nero come inchiostro su abito da sposa

e non lascia spiraglio

se non per quella luna

che sonnecchia e si riposa

e ci regala sogni

e fragili carezze

di amori appena nati

e timide incertezze.

L’ho visto su terre sconosciute

e in languidi tramonti…

Mi ha fatto sospirare,

mi ha fatto andare avanti.

L’ho visto farsi grigio

di nuvole e di vento

mi ha fatto da compagno….

L’ho visto e ancor lo vedo…

..Cielo azzurro

cielo grigio…

cielo nero…

Comunque e sempre…

Cielo!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *