Posted on

Nelle pause lavorative, l’allievo usava sorbire il caffè con lo zucchero di canna; il maestro, attraverso quel ricordo, dedica a quell’allievo questi inaspettati, quanto mai graditi, versi. Grazie Avv

(Francesco Chiaia 16 giugno 2003)

Zucchero splendido di canna.

– di Ernesto d’Ippolito –

***

Nel placido discorso cittadino

chi tranquillo conversa ha sempre caro

che il negativo si designi “amaro”,

il positivo, invece, “ZUCCHERINO”.-

******

Lo sguardo un po’ più in là, oltre una spanna,

consente di conoscere, e apprezzare,

altro prodotto, idoneo a zuccherare,

il rinomato zucchero di canna.-

*********

Ovunque io vada, quando mangio, al desco,

cerco zucchero splendido di canna.-

Se passa qualche giorno, non t’inganna,

ti penso, e mando zucchero a Francesco! 

L’ex-titolare

Da Ernesto d’Ippolito a Francesco Chiaia

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *