Posted on

Cari lettori, abbiamo accettato volentieri la richiesta di Alessandra e Mimmo Esposito di vedere pubblicata, sul nostro Webmagazine, perchè si è intesa, la loro lettera aperta, come un’azione non “contro” qualcuno ma, semmai, per provare a chiarire alcuni aspetti della posizione di questo qualcuno (nella fattispecie, il dott. Carmine Manna) all’indomani dell’ufficializzazione della sua candidatura a consigliere comunale del Comune di Cosenza, per le elezioni che si terranno nel mese di giugno 2016. A chi non fosse a conoscenza della vicenda che ha incrinato le ali di questi due genitori ma non ha scalfito i loro cuori generosi, suggeriamo di leggere i seguenti articoli:Good Bye Giancarlo…Il valore dell’appartenenzaIn assenza di te

Tenetevi stretti ai sogni

Ovviamente, se la cosa potrà interessare, forniremo ampio spazio per ogni diritto di replica. Purchè richiesto e proposto, con il dovuto rispetto, garbo e cortesia. Secondo i principi della nostra linea editoriale.

(Giorgio Marchese
  direttore La Strad@)

BUONA LETTURA

PENSAVAMO… Carmine Manna… ex Consigliere ed ex Assessore comunale nonché, tra le altre cose, Presidente CO.GE.I.S (Consorzio Cosentino Gestione Impianti Sportivi per la gestione della Piscina Comunale di Cosenza, di Lamezia Terme – fino al 2012- di Malito, Villapiana, Serra San Bruno), Amministratore Delegato di “4BT srl” ( For Building Trade – società di partecipazione – capofila – per implementazione aziende estere produzione di Travi Solai e Colonne Prefabbricate a Cosenza), AD della società “Emirates Italian For Building Trade LLC” ( con sede ad Abu Dhabi), Presidente di “T&GM srl” (Techonologies Global Management – Azienda di servizi)

In aggiunta… dal 24 giugno 2013 Assessore ai Fondi UE e Nuova Programmazione Comunitaria, Qualità della Vita e Salute Pubblica, Impianti Sportivi, Manutenzione e Decoro Urbano e, dal 29 maggio 2014 Assessore all’Emergenza Casa, Manutenzione della Città per il tramite delle Cooperative Sociali, Verde Pubblico e Risorse Idriche.

Aggiungiamo i suoi trascorsi sportivi non indifferenti e otteniamo un campione di rappresentatività di cui, qualsiasi cittadino, potrebbe andare orgoglioso…

PENSAVAMO… La vita è strana e, al tempo stesso, triste.

Un vago sentimento intriso di conflitti interiori ci pervade l’animo… ci sentiamo, infatti, quasi fuori posto nel tempo e nello spazio in cui proviamo a vivere

Si, perché, vedete, la Società (quella con la “S” maiuscola, appunto) applaude alle varie “Ragion di Stato” e ossequia gli “Eroi” che vanno difesi e tutelati, in base al principio del bene collettivo che prevale sull’interesse personale…

Quindi è “normale” che, una persona come l’illustrissimo (a giudicare dal suo palmarès) Carmine Manna abbia, quasi, il “dovere” di proporsi per un bagno di folla…

E allora, quello che è successo al nostro piccolo Giancarlo, paradossalmente, diventa (sempre agli occhi di quella Società con la “Esse” maiuscola) quasi un fastidio, alla stregua di una deiezione di colombo su un candido doppiopetto.

E già!

Il fatto che, nostro figlio (secondo il parere del consulente della Procura, che ha effettuato l’autopsia) sia affogato, perde di significato relativo, di fronte al troneggiare di “belle presenze” alla vetrina del Potere…

Così come l’altro fatto (quello in base al quale, dalle perizie effettuate da periti della federazione Italiana Nuoto, è risultato che le Piscine utilizzate il giorno in cui nostro figlio ha esalato l’ultimo respiro nella acque della struttura sportiva gestita dalla COGEIS, non fossero idonee ad accogliere bambini) diventa un dettaglio da poco, al pari della scoperta che il personale non fosse qualificato e che non fosse presente materiale idoneo per il soccorso…

Ed inoltre, noi immaginiamo che, di fronte a legittime domande del tipo: “Ma scusate, come mai, la Piscina di Campagnano non è stata sequestrata neanche un minuto, dopo il tragico incidente? E, di grazia, si potrebbe conoscere il motivo per cui i filmati delle telecamere a circuito chiuso che inquadravano la vasca incriminata, sono stati sequestrati solo molti giorni dopo l’avvenuto incidente?” la probabile risposta potrebbe ricordare quello che, molti hanno ascoltato dalla declamazione della Divina Commedia e che, più o meno, risuonerebbe così: “Vuolsi così, colà dove si puote… e più non dimandar!”

Insomma…

A quasi due anni da quando abbiamo abbracciato, per l’ultima volta colui che abbiamo ritenuto il tesoro più grande cui devolvere ogni attenzione, ci troviamo a non aver potuto assistere neanche alla prima “vera” udienza del processo che vede coinvolto, fra gli altri, COME IMPUTATO, anche il “nostro” Campione (sempre a giudicare dalla sua presentazione) Carmine Manna (che, per inciso, ci ha impedito, nel periodo di Natale, anche la possibilità di fare affiggere su via dei Veterani dello Sport, un cartellone attraverso cui, simbolicamente, il nostro Giancarlo, avrebbe inviato gli auguri a tutti le mamme e i papà), e ci troviamo a concludere che il turbinio degli eventi quotidiani che coinvolgono anche le donne e gli uomini di buona volontà, mettono la sordina alle nostre lacrime versate, alle notti insonni e ai giorni vuoti, (spesi alla ricerca di un perché capace di vincere la voglia di morire, anche noi, con lui!) e amplificano, di fatto, i (dis)valori e le gesta di chi si presenta lindo e pinto, senza avere mai sentito il bisogno, non diciamo di chiederci scusa, pubblicamente, per ciò che è accaduto ma, almeno, di spiegare il perché (per esempio) non abbia deciso di autosospendersi, cautelativamente, dalla gestione della piscina in cui nostro figlio ha perso la vita per un evento oggetto di giudizio penale che, come già detto, lo vede IMPUTATO!

FIGLI DI UN DIO MINORE

Ecco, questo è quello che siamo e che, cari Amici, scoprireste di essere anche voi, se (e speriamo proprio di no!) doveste trovarvi in circostanze simili anche solo lontanamente a quelle che ci hanno visto coinvolti.

IN CONCLUSIONE

Ad ogni cittadino che ritiene di potersi considerare una persona per bene, rivolgiamo l’unico invito che riteniamo, a questo punto della Storia, utile veramente:

PRIMA DI VOTARE… PENSA! (E magari, rispondendo al suo invito sulla pagina elettorale, “Dillo pure a Carmine”!)

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *