Posted on

“Gent. Avvocato, ho cambiato casa, nello stesso comune di residenza, devo chiedere di sostituire la carta di identità, visto che lì compare il mio vecchio indirizzo? Spero in una Sua risposta. Grazie. V. M.”.

Per cambio di abitazione si intende la variazione di abitazione all’interno dello stesso comune (vi rientra anche il trasferimento dell’abitazione nello stesso edificio, con stesso indirizzo e numero civico); per cambio di residenza si intende il trasferimento dell’abitazione in altro Comune.

Non appena ci si trasferisce e si dimora abitualmente in una nuova abitazione occorre darne comunicazione al comune in cui è sita la nuova dimora. A tal fine è sufficiente che si rechi presso l’ufficio competente un componente maggiorenne del nucleo familiare con il proprio documento di identità, i dati anagrafici di tutti i componenti, i codici fiscali, gli estremi delle patenti, i libretti di immatricolazione e le targhe di tutti i veicoli.

La variazione di indirizzo non richiede la sostituzione della carta d’identità. I dati relativi alla residenza, infatti, sono accessori rispetto a quelli di stato civile (nome, cognome, luogo e data di nascita) che, con la foto, servono ad identificare il soggetto. La carta d’identità è un documento di riconoscimento che ha lo scopo di consentire l’identificazione del titolare, sicchè eventuali cambi di residenza non incidono sulla validità del documento.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *