Posted on

Per capire le onde di pressione.


I suoni vengono prodotti dalle vibrazioni dell’aria che, a loro volta, sono causate dalla vibrazione di un corpo. I rumori provocati da una sorgente sonora muovono l’aria. Il movimento si allarga in modo concentrico fino a raggiungere l’orecchio, dove le vibrazioni vengono raccolte e trasmesse al cervello. Le vibrazioni dell’aria possono essere paragonate alle onde che si propagano sulla superficie dell’acqua colpita da un sasso. I suoni vengono raccolti dal padiglione auricolare, che li convoglia nel condotto uditivo, per raggiungere il timpano. Il timpano è una membrana che vibra all’arrivo di ogni suono e trasmette l’onda sonora a degli ossicini interni (martello, incudine e staffa), i più piccoli del corpo umano. Questi a loro volta, comunicano la vibrazione al liquido che si trova nella chiocciola o coclea. Qui alcune cellule speciali, recettori dell’udito, trasformano il suono in impulsi nervosi e lo trasmettono al cervello affinché lo riconosca. Il nostro orecchio percepisce solo suoni con una frequenza compresa tra le 20 e le 20000 vibrazioni al secondo: non riesce a cogliere dunque, né quelli troppo bassi, né quelli troppo acuti.

Print Friendly, PDF & Email