Posted on

Quando la mamma fa danni, o li previene!


 

News Neuroscienze P.N.E.I.

 

Le cure parentali e l’influenza dell’ambiente nelle fasi precoci della vita possono essere associate a rischio di sviluppare psicopatologie. Numerosi studi realizzati sui ratti suggeriscono che differenti manifestazioni delle attenzioni parentali possono influenzare stabilmente la metilazione del DNA, l’espressione genica e le funzioni neurali nella prole. Questi meccanismi epigenetici che avvengono nelle primissime fasi influenzano il comportamento a lungo termine.

In un recentissimo studio, Tie-Yuan Zhang, Ian C. Hellstrom, et al. Maternal Care and DNA Methylation of a Glutamic Acid Decarboxylase 1 Promoter in Rat Hippocampus. J. Neurosci. 2010 30: 13130-13137, gli autori analizzano le influenze delle attenzioni materne sullo sviluppo neurale, considerando il neurotrasmettitore GABA e il sistema che controlla, attraverso l’espressione del gene GAD1 (acido glutammico decarbossilasi 1) e il grado di metilazione del suo promotore. GAD1 codifica per un enzima che controlla la sintesi del GABA. Una minor produzione di GABA è associata alla patofisiologia di alcune malattie, incluse la schizofrenia e la depressione.

Per far ciò gli autori hanno selezionato due gruppi di ratti adulti allevati in condizioni differenti di attenzione materna, molto o poco intensa, e studiato il loro comportamento. Quelli che avevano ricevuto più cure presentavano un aumento di espressione del gene GAD1, quelli più “trascurati” invece mostravano un incremento di metilazione del promotore del GAD1 con conseguente minor produzione di GABA.

L’importanza di questo lavoro non solo risiede nel sottolineare l’effetto materno sulla regolazione epigenetica del gene GAD1, ma anche come le modificazioni a livello molecolare e nelle fasi infantili possono determinare cambiamenti nel comportamento che persistono anche da adulti. I meccanismi epigenetici determinati dall’intensità delle cure parentali influenzano l’espressione di alcuni geni cerebrali e quindi determinare l’insorgenza di alcune psicopatologie.

 


Ferdinanda Annesi – Biologo C.N.R.

Print Friendly, PDF & Email