Posted on

«Gentile Avvocato, poichè ho ricevuto una multa per essere passata col semaforo rosso e solo dopo aver pagato ho saputo che l’apparecchio usato dal Comune non era in regola, posso presentare ricorso contro il verbale anche se ho pagato la sanzione? Grazie. G. L.»

Quando l’infrazione viene contestata immediatamente o notificata nel termine di legge, se si ritiene dovuto il pagamento, si provvede al pagamento della sanzione entro 60 giorni dalla contestazione o dalla notificazione, versando, in questo termine, una somma pari al minimo fissato dalle singole norme. Ove vi siano elementi di contestazione ci si può opporre alla contravvenzione mediante ricorso al Prefetto del luogo in cui è stata notificata la contravvenzione, oppure con ricorso al Giudice di Pace del luogo in cui è stata commessa la violazione.

Tuttavia, come ha affermato la Corte di Cassazione anche con la recente sentenza n.12899/2010, il ricorso non è più ammesso qualora sia già stato effettuato il pagamento, neppure quando solo in un secondo momento si accerti l’illegittimità del verbale, in quanto il pagamento dell’oblazione da parte del trasgressore «implica necessariamente l’accettazione della sanzione e, quindi, il riconoscimento, da parte dello stesso, della propria responsabilità e, conseguentemente, nel sistema delineato dal legislatore anche ai fini di deflazione dei processi, la rinuncia ad esercitare il proprio diritto alla tutela amministrativa o giurisdizionale, quest’ultima esperibile immediatamente anche avverso il suddetto verbale ai sensi dell’art. 204 bis C.d.S., qualora non sia stato, effettuato il suddetto pagamento».

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *