Posted on


Come si calcola la rivalutazione?

Vorrei
sapere se è possibile come si fa a rivalutare l’assegno di
mantenimento. Io percepisco per mia figlia 200 euro, da quando ci
siamo separati, oggi dopo tre anni percepisco 210 euro, il mio ex
marito dice che è giusto così perchè nel primo
anno io non avevo accettato il tipo di affidamento. Grazie e mi
scuso. C.”

L’assegno
di mantenimento per i figli è disciplinato dall’omologazione
della separazione consensuale o giudiziale tra coniugi oppure dalla
sentenza di cessazione degli effetti civili del matrimonio, o con
verbale di conciliazione sottoscritto dinanzi al Tribunale.

Secondo
la giurisprudenza della Corte di Cassazione (tra tante, sentenza
n.15101/04), il meccanismo di rivalutazione Istat, previsto
espressamente dall’art. 5, comma 7 della Legge n.898/1970 per
l’assegno di mantenimento da corrispondere al coniuge in caso
di scioglimento o di cessazione degli effetti civili del matrimonio,
si applica anche all’assegno di mantenimento da corrispondere
in caso di separazione, sicchè il giudice deve stabilire un
criterio di adeguamento automatico per l’assegno di
mantenimento da corrispondere al coniuge, ai sensi dell’art.
156 del codice civile, destinato al mantenimento dello stesso coniuge
assegnatario o ai figli, anche in assenza di domanda di parte, in
misura almeno pari agli indici Istat.


La
rivalutazione annuale automatica -secondo gli indici ISTAT o in una
percentuale fissa- dell’assegno di mantenimento, pur mancando chiare disposizioni, salvo alcune sentenze in senso contrario, si ritiene da calcolare sulla
somma inizialmente fissata includendo nella base di calcolo la percentuale di rivalutazione degli anni precedenti.

Erminia
Acri-Avvocato

Print Friendly, PDF & Email