Posted on

Accendiamo le torce!


La fauna sotterranea si può dividere in endogena e cavernicola. Quella endogena comprende i coleotteri (600 metri), i diplopodi (il Serradium arriva a 700 metri) e i ditteri (8-900) metri. I cavernicoli invece, sono quelli che scavano gallerie e rimescolano il suolo: vermi, insetti, roditori. Tra questi , i lombrichi, raggiungono profondità notevoli, infatti, sono rintracciabili anche a 10 metri di profondità. A centinaia di metri nel sottosuolo, poi, si possono trovare anche falde acquifere dove vive la “fauna interstiziale”, composta da nematodi (vermi) e particolari crostacei. Ma il record lo detengono i batteri, le cui tracce sono state trovate in Germania a 9 km di profondità. La fauna che vive nel terreno rimescola il suolo e come fanno i lombrichi lo fertilizza.



Rosa Maria de Pasquale – Biologa


Print Friendly, PDF & Email