Posted on

Pubblicato su Lo SciacquaLingua

Si presti attenzione ai due sostantivi del titolo perché hanno sfumature diverse, come si evince dal “Grande dizionario della lingua italiana” del Battaglia. La “contentezza” indica lo stato d’animo della persona contenta, soddisfatta, appagata e simili; la “contentatura” (sostantivo, per la verità, poco conosciuto e, quindi, poco adoperato) o “contentamento” è la disposizione dell’animo umano a dichiararsi  soddisfatto, appagato e simili.

In parole terra terra, come usa dire, la contentezza si ha nella persona che è già appagata, soddisfatta; la contentatura, invece, “alberga” nella persona disposta a essere contenta, soddisfatta (ma non lo è ancora).

A cura di Fausto Raso

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.