Posted on

Rispondiamo alla domanda di un lettore che ci chiede se ? consentito crearsi il parcheggio “riservato” sotto casa.

“Nel condominio in cui abito alcuni condomini, considerata la difficoltà a trovare parcheggio sotto casa, hanno iniziato ad adottare alcune misure, come apporre sulle vetture biglietti che invitano a non utilizzare più il parcheggio, per impedire la sosta ad altre persone. E’ possibile riservarsi così il posto sotto casa, pur trattandosi di suolo pubblico?”

Non è ammissibile farsi un parcheggio “fai-da-te” per sé e per gli altri condomini sul suolo pubblico, adottando apposite misure (righe di vernice per ripartire lo spazio in posti – auto, cartello indicante divieto di sosta, biglietti sul parabrezza di veicoli estranei in sosta con l’intimazione a non parcheggiare più sul posto, predisposizione di ostacoli materiali da frapporre alla sosta dei veicoli di terze persone), allo scopo di impedire la sosta ed estranei.

Un simile comportamento potrebbe, addirittura, integrare il reato di “tentata invasione” di suolo comunale, come affermato dalla Corte di Cassazione in alcuni casi.

Erminia Acri-Avvocato

Print Friendly, PDF & Email