Posted on

Rispondiamo alla domanda di un lettore che vuole sapere se i contratti di locazione devono essere sempre registrati e come si provvede alla registrazione.


“I contratti di locazione di immobili devono essere sempre registrati e come si effettua la registrazione?”

L’obbligo della registrazione è previsto per tutti i contratti di locazione di beni immobili di durata superiore ai 30 giorni complessivi nell’anno.

La registrazione del contratto ed il pagamento dell’imposta devono essere effettuati entro 30 giorni dalla data degli atti. Il pagamento dell’annualità successiva va eseguito entro il ventesimo giorno dalla data di scadenza annuale.

Il pagamento delle spese di registrazione spetta al locatore ed al conduttore in parti uguali, ma entrambi sono tenuti solidalmente al pagamento dell’intera imposta nei confronti dell’amministrazione finanziaria. Ciò vuol dire che un’eventuale sanzione per ritardato o omesso pagamento graverebbe su entrambi i contraenti, salvo diversa clausola contrattuale che ponga a carico di uno solo di essi l’onere di provvedere alla registrazione.

Il versamento dell’imposta di registro deve essere eseguito presso gli sportelli delle banche o dei concessionari della riscossione (ex esattorie) o presso gli uffici postali.

La registrazione degli atti va effettuata all’ufficio del Registro, presentando l’attestazione di pagamento, la richiesta di registrazione ed un modello con la distinta degli atti presentati con la relativa liquidazione e indicazione del versamento.

Erminia Acri-Avvocato

Print Friendly, PDF & Email