Posted on

F. Bacone: Il saggio crea condizioni positive più di quanto non ne trovi.

Dalla postazione giornalistica de La Strad@web, in diretta il commento alla puntata.

E’ iniziata sotto i migliori auspici la serata del Gigliotti Show del sei febbraio; per l’occasione, a caratterizzare il programma ha contribuito, come al solito il conduttore, dalla personalità poliedrica, al contempo, impegnato nel suo congeniale ruolo di comico e di “fenomeno da cabaret” ma anche di attento osservatore di tematiche importanti, dai risvolti sociali, culturali e scientifici.

In studio, infatti, oltre ai consueti e qualificati ospiti, era presente il dott. Vincenzo Greco, medico chirurgo, specialista in chirurgia addominale, il quale ha approfondito e perfezionato i suoi studi a Parigi e che, attualmente lavora presso una casa di cura cittadina.

Ciò che è stato evidenziato dal professionista, che, tra l’altro collabora con una rivista scientifica a carattere internazionale, l’ “Italian Journal of coloproctology”, è la possibilità di curare a Cosenza svariate patologie per la presenza di esperti specialisti e delle attrezzature necessarie per fronteggiare ogni problema.

Non più “viaggi della speranza”, dunque, oltre i confini della Calabria, nel settore della chirurgia addominale. Ogni situazione, dalla più semplice alla più complessa, può essere risolta rimanendo in città.

Dal confronto, poi, tra il dott. Greco ed il medico psicoterapeuta, dott. G. Marchese, è emersa l’importanza di curare l’aspetto psicologico nell’approccio con il paziente ed, in particolare, la sinergia da attuare tra la figura del medico e quella dello psicoterapeuta nella cura e soluzione delle patologie. Attraverso, infatti, idonee “risposte” psiconeuroendoimmonologiche da parte dei malati si possono arrivare a ribaltare condizioni definite “molto critiche”.

A tal proposito, G. Marchese ha citato Socrate, il famoso filosofo, che invitava, nella cura dei malati, a conoscerne l’anima, per capire effettivamente la fonte delle loro sofferenze.

All’interno di tali discorsi, opportunamente si sono inserite le considerazioni del conduttore che, da un lato, ha sottolineato quanto sia importante per i pazienti sentirsi accolti dai medici, e, dall’altro, ha, comunque, ribadito la necessità del buon umore, del sorriso nell’affrontare la vita ed i problemi, come metodologia corretta da seguire per ottenere buoni risultati in ogni direzione e condizione; inoltre, ha aggiunto, Gigliotti, l’abitudine al sorriso, non deve essere una prerogativa solo dei più giovani, ma deve, invece, caratterizzare ogni età.

Non poteva mancare in quest’atmosfera di interessanti tematiche, la consulenza del legale, avv. Erminia Acri che, in tema di condominio, ha parlato della tutela prevista dalla legge, in caso di immissioni di fumo e rumori provenienti dagli appartamenti condominiali.

Oltre ai momenti strettamente culturali, in seno alla medesima puntata, non sono mancati gli spazi musicali a cura della Band “Antiche Armonie”, di E. Piscitelli con la canzone “Come le viole” (anno 1971) di P. Gagliardi, di Samantha Vicinanzo, allieva esordiente di S. Labate, con “Simply the best” di T. Turner e quelli coreografici dei due fratelli Esaltato.

A chiosa di programma, per offrire ulteriori spunti di riflessione, P. Gigliotti, con un gesto sensibile e, allo stesso tempo responsabile, ha fatto intervenire nella trasmissione, Michele, un ragazzo del suo stesso quartiere, via Panebianco, che per salutare “zio Pino”, è giunto a piedi agli studi di Ten.

Da La Strad@web è tutto, arrivederci alla prossima puntata.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *