Posted on

Guardo questa notte

bruna di carbone

di un giorno bruciato troppo in fretta.

Sopra i tetti delle case si posa l’orizzonte

nel margine tenue e sottile del riposo crepuscolare.

Il pensiero di te

si adagia gentile sulle tegole del mio cuore

e segna il mio nuovo confine col mondo

mentre memorie giovani e fuggevoli

si affacciano ai balconi fioriti

di nuovi sogni vani e improbabili

Gli occhi, alla ricerca di te,

insinuano lo sguardo stanco

tra i vicoli dell’anima

e la mia bocca,

gridando invano il tuo nome,

non trova pace…

Perchè non rispondi?

Guardo questa notte

bruna di carbone

e mi chiedo dove sei…

E, mentre ti cerco,

ti perdo nel chiarore

dove la speranza di ritrovarti passa

nell’incertezza di un buio impenitente

che ti ha portato via con le sue incognite.

Guardo questa notte

bruna di carbone

che scivola dietro il mondo

e porta con sé le rughe del mio tempo

col peso di quegli anni che non sento

ma che a pensarci bene

mi porto tutti addosso.

Ormai non ti ho trovato…

rinuncio al mio cercare

e aspetto un’altra notte…

aldilà dei tetti….

aldilà del cielo…..

aldilà di te.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *