Posted on

COMUNICATO STAMPA

Il giorno 27 gennaio alle ore 10,30 in Cosenza, presso la sede di Confcommercio, si terrà un convegno organizzato da Assocultura- Confcommercio Cosenza, Neverland Scarl e Neverland-Medicina, Psicologia, Mediazione E Counseling- No Profit, dal titolo: POVERTA’ ECONOMICA, MORALE E AFFETTIVA: LA DEPRESSIONE DEL TERZO MILLENNIO”.

La recessione economica avviatasi nel 2007-2008, e le successive politiche di austerità adottate in Europa, hanno prodotto effetti negativi sul tenore di vita. L’Italia è uno dei paesi maggiormente colpiti dalla recessione. Nel periodo 2007-2012, il Pil pro capite reale è diminuito, cumulativamente di 8,5 punti percentuali, mentre i tassi di disoccupazione sono passati dal 6,1 al 10,7 per cento.

Da allora il trend dei sucidi è tragicamente aumentato. Un suicidio ogni 2 giorni e mezzo, secondo gli ultimi dati resi noti da Link Lab il laboratorio di ricerca Socio Economica dell’Università degli studi Link Campus University.

Tra le varie cause spicca la crisi economica, che colpisce i lavoratori licenziati ma anche gli imprenditori falliti, i disoccupati e gli esodati, poi si aggiungono le crisi sentimentali: separazioni e divorzi che spesse volte sono la manifestazione peggiore di questa crisi e del clima che si respira nel nostro paese. I più fragili non reggono lo stress e il dolore, e questo si traduce nel drammatico dato di 4.000 suicidi ogni anno in Italia.

La necessità, dunque, di una riflessione si impone, soprattutto in Calabria, dove la crisi ha raggiunto vette inimmaginabili.

A trattare di questi argomenti ci saranno Mariano Marchese, presidente Assocultura Cosenza, Giorgio Marchese, psicoterapeuta e presidente Neverland Scarl, Emiliana Guzzo, Fondazione ITS Monaco, Ferdinando Verardi, presidente A.G.C.I., Domenico Cersosimo, professore Economia Applicata Unical.

Modera Maria Cipparrone, avvocato e counselor.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *