Posted on

Una via d’uscita esiste sempre. Anche quando ci si tira indietro, un solo passo indietro ma la strada è ancora lunga.

Chissà perché la calura aumenta il malessere stressando, tende le corde già troppo tese e fa male.

Le componenti dell’amore.

Provo a mettere tutto in una riga, non è cosa semplice, un tempo riusciva facilmente e senza alcuno sforzo. Non riesco a vivere con chiarezza il momento, non di indecisione, ma, di confusione, a far si che le cose naturalmente si sistemino.

Lontano.

Inaspettatamente quattro passi nella sera, passo veloce quasi a voler cercare quella stessa serenità che arrivava tempo fa da lontano. Musica delicata da poter essere apprezzata in ogni sfumatura, tonalità e assorbita fino in fondo.

Dove vorrei andare? Cosa in questo istante mi cattura più?

Ritorno sui miei passi, respiro aria come ho imparato a fare in tutti questi anni e me ne prendo il profumo.

Velocemente decido per un passaggio prima di dormire. L’aria calda a momenti fredda mi si attacca sulla pelle come fosse un’altra e un senso di angoscia mi pervade.

Più veloce, vado sempre più veloce avanzando come se dovessi raggiungere un posto preciso al più presto.

Un saluto ad un momento, un bacio al cielo terso, uno sguardo al mare, alla sua limpidezza.

Per quello che provo.

Questa mattina inaspettatamente mi ritrovo di fronte allo specchio delle mie convinzioni. Arrivano a me in una maniera diversa però, stimolando, come sempre, alla riflessione, ma insistendo sulla possibilità, sulle possibilità.

Parole spezzate, sguardi di intensa comunicazione.

Un rigo dipinto dalle parole della comprensione, basta rileggerlo a voce alta e tutto si schiarisce.

Alla fine tutto torna.

Mi inebrio di colori sfavillanti di Natura, chiari, nitidi a definire un contorno ricco di particolari. Forse troppi per essere assorbiti tutti in un solo sguardo.

Provo a pensare al futuro quello immediato, ma una grande confusione mi pervade impedendomi di capire fino in fondo dove voglio arrivare e quello che potrei desiderare.

Un lampo di luce all’improvviso e tutto torna.

A volte ci perdiamo nei sentieri troppo complicati dell’anima in subbuglio, con difficoltà riusciamo a vedere bene e con chiarezza ma poi, all’istante, tutto torna.

Mi appresto ad accogliere questa nuova ed intensa fase della vita. Come sempre un po’ di nostalgia per ciò che è andato, un po’ di ansia per quello che verrà.

Mai avrei immaginato che …

Apro la porta e chiedo aiuto senza filtri ma con un po’ di timore. Ho imparato questo e tanto altro vorrei imparare nella crescita indefinita che accompagna ogni istante della vita.

Sfoglio velocemente in ogni angolo delle mie pagine più nascoste e sorrido ritrovando con chiarezza ogni stato d’animo, ogni impulso, il pensiero di quest’oggi.

Un sospiro di sollievo. Tutto torna.

Fernanda

Grazie a Mariella, per avermi ricordato che, alla fine, tutto torna.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *