Posted on

Una mia amica vive un rapporto conflittuale col marito da diverso tempo. Le liti sono continue e lei vorrebbe trasferirsi a casa dei propri genitori, però lui la minacciarla di denuncia per abbandono del tetto coniugale. Mi può chiarire se l’abbandono del tetto coniugale è perseguibile penalmente e se è causa di addebito della separazione? Grazie. Distinti saluti.”

Dal matrimonio derivano una serie di doveri per i coniugi, in particolare: l’obbligo di fedeltà, di assistenza morale e materiale, di collaborazione e di coabitazione.

L’allontanamento dall’abitazione coniugale può essere motivo di addebito della separazione coniugale quando si sia verificato senza un giustificato motivo ed abbia causato la crisi coniugale, sicchè l’allontanamento dalla residenza familiare non deve essere solo la conseguenza di una irreparabile frattura dell’unità coniugale, già determinatasi tra le parti.

Tale comportamento può essere, altresì, penalmente rilevante ai sensi dell’art.570 del codice penale, in quanto integri gli estremi del reato di violazione degli obblighi di assistenza familiare, che punisce il comportamento tenuto da chi, abbandonando il domicilio domestico, o comunque serbando una condotta contraria all’ordine o alla morale delle famiglie, si sottragga agli obblighi di assistenza inerenti alla potestà dei genitori o alla qualità di coniuge.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *