Posted on

I ribassi per luce e gas, l’aranciata “senza arance”, gli acquisti On Line, le multe da semaforo rosso, le tariffe per i servizi locali.


 

Dopo i ribassi di inizio anno registrati per bollette di luce e gas, partono dal primo Aprile ulteriori riduzioni a vantaggio dei consumatori ( -2% per l’energia elettrica e -7,5% per il gas). A dare una boccata di ossigeno all’economia in generale è stato il calo del costo del petrolio a tutto vantaggio delle famiglie italiane, che ha comportato effetti positivi registrati già da inizio anno per i consumi legati alla luce. Il risparmio per famiglia tipo è di circa 9,4 euro per l’energia elettrica, e 83 euro per il gas naturale, per un totale di 92 euro annui. Inoltre continua a registrarsi una sensibile diminuzione del gpl (-5%) tradotto in un risparmio di circa 35 euro su base annua per famiglia tipo.

 

Il Senato ha approvato l’art. 21 della Legge Comunitaria che afferma la possibilità di produrre e diffondere sul mercato “l’aranciata senza arance”, cioè una bibita con colore ed aroma d’arancia ma priva del vero succo del frutto. E’ questo un provvedimento che si aggiunge a quelli che hanno visto già la produzione e la commercializzazione del formaggio derivato da caseina e caseinati e non dal latte o del cioccolato con grassi differenti dal burro di cacao, a tutto svantaggio del gusto e della qualità dei prodotti e che ha portato l’insorgere di agricoltori e consumatori, e che, come segnalano le associazioni delle rispettive categorie, comporterà grave danno economico e nutrizionale.

 

Acquisti online sempre in crescita, soprattutto tra i giovani. Tra i prodotti più acquistati: abbigliamento, articoli sportivi, ma anche alloggi e viaggi. Gli europei che fanno le loro compere su internet rispetto al passato sono sempre di più. Rispetto al 2004 si è registrato nel corso del 2008 un aumento del 12%. Questi i dati registrati dall’ Eurostat in occasione del Summit europeo del Consumo che si terrà a Bruxelles l’1 ed il 2 aprile. L’utilizzo di internet tra gli europei per gli acquisti è maggiore tra i giovani (tra i 25 ed i 35 anni ) ed i ragazzi tra i 16 ed i 24 anni che lo usano frequentemente. La percentuale di utilizzo decresce con l’aumentare dell’età, solo il 9% degli over sessanta si dedica allo shopping in rete.

 

Recentemente la Cassazione ha stabilito che le multe con il semaforo rosso sono valide solo se all’incrocio è presente fisicamente il vigile. “La mancata presenza in loco di agenti operanti – motiva la Suprema Corte – per un verso preclude la possibilità di contestazione immediata nei casi in cui ciò sia possibile, e per altro verso non permette di verificare le reali situazioni in cui il rilevatore automatico opera, permettendo possibili equivoci non risolubili con certezza proprio per l’assenza degli agenti sul posto”.

 

Il Governo ha indetto un’azione di monitoraggio volta a verificare l’impatto dei costi dei servizi sul bilancio delle famiglie. Le aree metropolitane interessate al controllo sono 14. Lo scopo del provvedimento è quello di fare chiarezza ed avere un quadro completo per quanto concerne la determinazione dei costi dei servizi. Nel mirino del Governo dunque le tariffe locali. Accade infatti, che spesso i costi sono eccessivi per la qualità dei servizi offerti e le differenze (per lo stesso tipo di servizio) da una città all’altra sono notevoli. I risultati della ricerca saranno presentati al Cnel e saranno immessi in una banca dati con tutti i contratti di servizio. Da quanto rilevato sino ad ora è al Sud che si registra la situazione peggiore dove i costi per i cittadini sono maggiori e il più delle volte con scarsa qualità dei servizi.

 

Maria Cipparrone

Print Friendly, PDF & Email