Posted on

Dalla sospensione dei mutui per un anno alla tutela per gli investitori Lehman, al sito contro la bulimia ed anoressia.


 

 

Estremamente significativa la scelta adottata, dal gruppo bancario Unicredit di sostituire, a favore dei consumatori coinvolti nella vicenda Lehman Brothers, questi titoli con altri garantiti dal proprio gruppo. Una svolta che segna il passo verso un rapporto di maggiore trasparenza e fiducia tra consumatore/risparmiatore e gruppo bancario. Parole di lodi ed incoraggiamento da parte di tutte le associazioni dei consumatori, che auspicano un atteggiamento di questo tipo anche da altri gruppi bancari e vedono in iniziative di questo tipo una probabile soluzione alle problematiche del settore delle polizze Unit ed Index.

 

L’Unicredit Group ha deciso di sospendere per 12 mesi le rate dei mutui nei confronti di chi sta cercando di realizzare il sogno dell’acquisto della prima casa. Possono usufruire dell’agevolazione chi si è rivolto ad uno degli istituti facenti parte del suddetto gruppo bancario ( Unicredit Banca per la Casa, Unicredit Banca del Nord, Banco di Sicilia nell’isola, Unicredit Banco di Roma nel Centro Sud) e che per causa di uno dei seguenti motivi: perdita del lavoro a tempo determinato, cassa integrazione ordinaria e straordinaria, divorzio o separazione, non riescono a far pronte all’impegno preso. La sospensione è concessa alle famiglie a basso reddito che incorrono in difficoltà nel periodo che va dal 01/10/08 al 31/12/09 fino ad un massimo di 12 rate.

 

I problemi legati ai disturbi alimentari sono sempre più diffusi, soprattutto tra i giovanissimi, i quali spinti dal falso mito della magrezza come sinonimo di bellezza si trovano invischiati in atteggiamenti che conducono al tunnel della bulimia e/o dell’anoressia.

Un fenomeno dilagante, anche a causa della presenza di numerosissimi siti Internet ” Pro Ana” (circa 300 mila in Italia) che inducono i giovani ad adottare dei comportamenti alimentari nocivi. La risposta da parte delle autorità in tal senso è giunta in questi giorni, con la nascita del sito internet “Timshel” , un blog ideato per i giovani, con l’obiettivo di far capire loro che il cibo non è un nemico, ma che una sana alimentazione è indispensabile per il benessere psicofisico.

Un progetto avviato già dal precedente governo e, come ha dichiarato il ministro della Gioventù Giorgia Meloni, portato a compimento grazie anche all’intervento congiunto del ministro del Welfare e dell’ospedale Bambin Gesù.

 

Print Friendly, PDF & Email