Posted on

La letterina delle feste…


Caro Babbo Natale

Vorremmo vivere liberi e senza paure…

Sarebbe bello ascoltare le coscienze mentre “spiegano” che l’invidia muore di fame perché morde ma non mangia…

Che regalo ci faresti, se potessimo osservare i padroni del vapore accogliere chi soffre come occasione di scambio in un mondo sempre più sterile… per crescere e migliorare insieme!

Già che ci siamo…

Siccome l’esperienza ci ha insegnato che, quando un gigante appare al nostro orizzonte, è meglio esaminare prima la posizione del sole e fare attenzione a che non sia l’ombra d’un pigmeo…

Potresti spiegare agli orgogliosi, che la paura di non essere all’altezza del compito, è solo il risultato di un problema personale facilmente risolvibile?

Forse, a quel punto, capirebbero che, per essere felici, non basta fare tutto ciò che si vuole, ma volere tutto ciò che si fa!

Un’ultima cosa…

A chi ti chiede speranze dure come le pietre affinché i colpi del destino non possano frantumarle, per favore, spiega che il modo migliore di realizzare un sogno… è quello di svegliarsi e darsi da fare!

Print Friendly, PDF & Email