Posted on

L’inquilino può astenersi dal pagare il canone se il proprietario omette le necessarie opere di manutenzione dell’immobile?

“Vivo in un appartamento in affitto, in un edificio un pò vecchio, dove si verificano frequentemente infiltrazioni d’acqua ed altri problemi. Il proprietario, all’inizio, interveniva sempre e provvedeva alle riparazioni, ma, poi, ha iniziato ad ignorare le mie richieste. Posso sospendere il pagamento del canone di locazione finchè il proprietario non avrà sistemato l’appartamento?”

Il proprietario ha l’obbligo di eseguire tutte le riparazioni necessarie per mantenere l’immobile in condizioni da servire all’uso per cui è locato, salvo gli interventi di piccola manutenzione, che spettano all’inquilino.

Tuttavia, se il proprietario non provvede alla manutenzione dell’immobile, l’inquilino non può decidere di sospendere il pagamento del canone. Ciò è stato più volte precisato dalla giurisprudenza, da ultimo dalla Cassazione, con sentenza 23 aprile 2004 n. 7772 , secondo cui: <<Al conduttore di immobile urbano non è consentito astenersi dal versare il corrispettivo pattuito nel caso in cui si verifichi una riduzione o una diminuzione del godimento del bene, anche quando si assuma che tale evento sia ricollegabile a fatto del locatore, in quanto la sospensione totale o parziale dell’adempimento di detta obbligazione, ai sensi dell’art. 1460 c.c. è legittima solo quando venga completamente a mancare la prestazione della controparte>>.

Erminia Acri-Avvocato

Print Friendly, PDF & Email