Posted on

Elettrizziamoci!


Eletta Auto dell’Anno per il 2005 la Prius della Toyota adotta una particolare tecnologia (hybrid Synergy Drivea) che abbina un propulsore di 1.5 litri a benzina ad elevata efficienza (78cv) a un potente motore elettrico (68 Cv) in perfetta sinergia. Il sistema provvede autonomamente a scegliere se usare i motori singolarmente o assieme secondo le condizioni di guida e secondo la strada. In città, ogni volta che la vettura si ferma il motore a benzina si spegne per poi riaccendersi non appena sia accelera per ripartire. In città (viste le notevoli soste)usa l’elettrico e favorisce così la diminuzione dell’inquinamento, così in discesa o si rallenta il tutto senza che il guidatore debba far nulla. Inoltre si può scegliere l’alimentazione totalmente elettrica per percorrere brevi tratti. Con tale funzionamento non c’è bisogno di fermarsi per ricaricare la batteria perché è autonoma ricaricandosi, perché è perfettamente autonoma, grazie al mot rea benzina e recuperando energia in frenata. Le emissioni di inquinamento sono bassissime, per 20.000 km all’anno 1 tonnellata d CO2 in meno. L’inquinamento è più basso di un diesel di segmento B con cui rivaleggia anche per i consumi (4,3 litri/100Km nel ciclo combinato) . In aggiunta a tali valori anche le altre emissioni risultano vincenti pur paragonate a quanto previsto dalla Normativa Euro 4 per motori a benzina o diesel. Ciò non penalizza le prestazioni : grazie alla coppia massima di 478 Nm, la Prius ha accelerazioni paragonabili a un’auto 2.0 turbodiesel. La prius dimostra che l’ecologia non priva del piacere di guidare. C’è una garanzia globale di 3 anni o 100.000 Km e le componenti dell’HSD sono garantiti ben 8 fino a 160.000 Km. Prima ibrida prodotta in serie: sta ottenendo belle vendite. Nei primi 9 mesi quasi 92.000 unità in tutto il mondo di cui 47000 in uSA, 37000 in Giappone e 6000 in Europa (in Italia toccheranno le 600 unità).

Gianluca Ionà

Print Friendly, PDF & Email