Posted on

…… attenzione ai giorni trascorsi!

“Ho ricevuto il verbale di una contravvenzione nella mia nuova residenza dopo oltre 150 giorni dalla data in cui avrei commesso l’infrazione. Considerato che il verbale era stato prima notificato alla mia vecchia residenza ed era tornato indietro per trasferimento del destinatario, devo pagare o posso contestare la contravvenzione?”

Se il verbale, inviato alla vecchia residenza dell’automobilista, e poi tornato indietro con la dizione “destinatario trasferito”, viene notificato alla nuova residenza dopo 150 giorni dall’infrazione, è opportuno fare ricorso contro la contravvenzione se si è provveduto tempestivamente a far annotare la nuova residenza su patente e libretto di circolazione.

Erminia Acri-Avvocato

Print Friendly, PDF & Email