Posted on

Come si formano le cellule sessuali?




La meiosi é l’evento fondamentale che porta alla produzione delle cellule gametiche e cioé agli spermatozoi e agli ovuli.

Durante questo processo é necessario arrivare a produrre cellule con assetto cromosomico aploide (n) cioè con corredo cromosomico dimezzato (23 cromosomi). Difatti, con la formazione dello zigote, prima cellula del nuovo organismo, durante la fecondazione, otterremo la somma dei cromosomi omologhi riportando così l’assetto cromosomico allo stato diploide (2n) che, negli animali superiori, costituisce la situazione genetica normale dell’individuo.

I processi meiotici sono suddivisi in due grossi fasi che sono quella riduzionale e successivamente equazionale.

Nel primo abbiamo quattro fasi costituite dalla profase I ove viene completata la condensazione completa dei cromosomi omologhi che si appaiano a due a due (quello di derivazione paterna e quello di derivazione materna, entrambi precedentemente duplicati). Oltre a questo viene inoltre degradata la membrana nucleare che libera il materiale genetico nel citoplasma cellulare. Durante la profase avviene il crossing-over, ovvero lo scambio di materiale genetico tra i cromatidi dei cromosomi omologhi duplicati. In questa fase migrano i centrioli ai poli e comincia la produzione del fuso meiotico.

In metafase I avviene l’allineamento a livello della piastra equatoriale degli omologhi e la loro adesione alle fibre del fuso meiotico completamente formato

In anafase I ha inizio la migrazione dei cromosomi verso i poli opposti cellulari. Il fatto che l’omologo di derivazione paterna o materna migri nell’una o nell’altra cellula é un evento casuale che incrementa, assieme al crossing-over, un’ulteriore variabilità genetica.

In telofase I avviene la prima citodieresi (divisione cellulare) che porta alla formazione di due cellule con assetto cromosomico aploide (n), da qui il termine riduzionale. I due cromatidi del cromosoma non sono identici al 100% perché si é verificato l’evento di crossing-over.

Il fuso si disorganizza parzialmente, dopodiché riprende una seconda fase equazionale ove si ripetono tutte le fasi già descritte e dove vengono separati i due cromatidi dal centromero, arrivando a produrre un singolo cromatidio per coppia cromosomica per cellula.

Nella spermatogenesi, che é la produzione dei gameti maschili, abbiamo due divisioni con produzione di quattro, o meglio otto cellule finali, della stessa dimensione e munite di flagello per consentirne il movimento.

Nell’ovogenesi abbiamo la formazione di tre globuli polari, con scarso contenuto citoplasmatico che vengono degenerati. L’ovocellula riceverà quindi tutto il citosol necessario alle prime fasi di sviluppo dello zigote. Quindi, nella meiosi per la produzione delle cellule-uovo, avremo la produzione non di quattro gameti, ma di un solo gamete.

Print Friendly, PDF & Email