Posted on

Una nuova interprete del segmento B



Piccola e maneggevole la nuova Mazda che sostituisce la Demio va bene nel traffico cittadino, ma è anche abbastanza comoda per i lunghi viaggi, col suo ampio abitacolo e il capiente baule.

E’ un’ottima alternativa alle varie utilitarie europee ( Ford Fiesta, Opel Corsa, Peugeot 206, fiat Punto). Lunga 392 alta 154 cm, lo spazio a seconda della posizione dei sedili varia dai 12 ai 27 cm, assomiglia ad un monovolume (per cui ci si sta comodi in tre dietro), ma ha la carrozzeria più originale e piacevole. Al lancio i motori disponibili sono due un 1.2 a benzina (75 CV) e un 1.4 turbodiesel common-rail (68 CV, già montato su Citroen C3 e su Ford Fiesta e Fusion). Poco rumorosa, con una buona ripresa ( anche se raggiunge i 100 KM/H in un tempo troppo alto, ossia 15 sec e la velocità massima di 160Km/h)e bassi consumi (22.2 Km/l).

La Cub rispetto all’allestimento base ha il climatizzatore, gli specchietti esterni regolabili elettricamente e gli alzacristalli elettrici posteriori. Comodo salire a bordo grazie alle porte alte e all’angolo di apertura delle posteriori di ben 80 gradi. I dettagli dei materiali interni sono migliorabili: le plastiche per plancia e pannelli sono rigide e sottili, però è conveniente ripiegare avanti lo schienale del sedile passeggero in quanto si ottiene un piano di 185 cm, utile per caricare oggetti. A livello funzionale, quindi, si ottengono svariate configurazioni di carico. La garanzia è lunghissma: 5 anni.

Ottima la capacità di traiettoria in curva, grazie alla buona manovrabilità dello sterzo. Visibilità limitata dal montante del parabrezza dalla parte del guidatore. Prezzo a partire da 12.500 Euro per la Base e 14.260 Euro per la Cub

Gianluca Ionà

Print Friendly, PDF & Email