Posted on

Rispondiamo al quesito della settimana. BUONA LETTURA.


“Io e mia moglie ci siamo separati da un anno, concordando un assegno mensile di mantenimento a mio carico. Mia moglie ora convive con un altro uomo e sue condizioni economiche sono migliorate. Posso chiedere la riduzione dell’assegno?”

Il solo fatto che la moglie abbia stabilito, dopo la separazione, un rapporto di convivenza con un’altra persona, secondo i giudici, non fa venir meno l’obbligo del marito di corrispondere in tutto o in parte l’assegno di mantenimento, a meno che dalla convivenza non derivi uno stabile vantaggio patrimoniale per la moglie.

Pertanto, per ottenere una riduzione dell’assegno di mantenimento occorre provare la stabilità della relazione ed i vantaggi economici che da essa derivano in via continuativa.

Erminia Acri-Avvocato

Print Friendly, PDF & Email