Posted on

Prendendo spunto dalle affermazioni di alcune “bellissime”, Alessia ed il suo analista valutano incidenze, divergenze e coincidenze del sesso…nel rapporto a due.


Ehilà, come stai? Io continuo a stare molto bene, continuo a leggere… e anche oggi volevo spaziare un po’ tra gli articoli di giornali letti qua e là … sull’amore e dintorni… come direbbe Marzullo…

Dovremmo domandargli cosa gli piacerebbe sapere su questo argomento, visto che è “l’uomo-domanda”….

Comunque torniamo a noi, vai… ti ascolto.

Ho letto un certo articolo che dà un duro colpo all’immaginario collettivo…. sono delle bellissime dello spettacolo a confessarsi appunto sull’amore e dintorni…

Si immagina di loro che abbiano una vita meravigliosa, che abbiano un sacco di soldi e che vivano amori e vite sessuali da favola…. Beh… quando le si sente confessare i loro problemi, le loro debolezze, i loro guai grossi che sono simili ai nostri…. a volte anche peggiori, allora la persona comune si sente spiazzata e quindi mi vengono delle domande….

In questo articolo-confessione molte donne straconosciute e bellissime raccontano di non fare o di non voler fare sesso perchè non sono innamorate… sono prese dal lavoro…. sul giornale leggevo che pare che l’orientamento sia quello di resistere al sesso se non c’è amore.

Nella hit parade dei desideri pare che l’amore sia al 1° posto, ma il sesso arriva al 5° posto dopo l’amicizia, il cibo e le vacanze.

C’era scritta questa conclusione: falso moralismo o sincero romanticismo?

Mah… io non penso né all’uno né all’altro…..

Potrebbe essere una bella bugia… perchè per riuscire ad apprezzare il concetto Amore è necessario imparare a conoscere l’amore e per far sì diventa indispensabile sviluppare un’identità equilibrata e matura riducendo dei limiti che invece sono tipici di molte persone dello spettacolo quali il narcisismo, l’esibizionismo, l’egocentrismo in genere…. Si riduce di molto la possibilità di amare veramente qualcuno a queste condizioni. Può essere vero che la sessualità non attiri molto, perchè le persone dello spettacolo sono stressate e qualcuna di loro può utilizzare l’aspetto sessuale come chiave per entrare ed avere dei vantaggi, riducendo ancor di più l’interesse verso questo mondo… perchè diventa un mercimonio e tu sai che esistono anche queste realtà….

E’ possibile che prima di aspetti importanti e naturali quali lo scambio umano (ivi compreso quello intimo) vengano cibo e vacanze, come elementi per distrarsi e per evitare di riflettere sulle proprie manchevolezze.

Queste donne hanno detto “non faccio sesso se non c’è l’amore”. E’ poi così vero che per la donna è così difficile scindere sesso e amore come forse riesce meglio a fare l’uomo? Se sì, perchè?

Ma quali prove abbiamo che la donna abbia difficoltà a scindere la sessualità dal complesso del rapporto d’amore? La donna è un essere umano così come il’ maschio…. ci si comporta a seconda degli apprendimenti ricevuti. Può darsi che esistano delle donne disponibili a creare prima il rapporto d’amore, per poi scambiare a livello sessuale, ma noi sappiamo, per tutto quello di cui abbiamo parlato, che sarebbero fuori dalle leggi di natura e poi tu stessa ed io, attraverso la mia esperienza professionale, sappiamo che non è così… perchè forse è più frequente trovare donne dai rapporti “mordi e fuggi” che uomini i quali, non dimentichiamolo, sono spesso cocchi di mamma inclini ad essere e “sentirsi” inibiti…

Alba Parietti (una delle donne dell’articolo in questione) ha ammesso di non aver fatto l’amore per otto mesi… un bel periodo!…. e dice “l’avventuretta fine a se stessa è umiliante per entrambi”…. Io credo che non sia sempre e necessariamente così, credo dipenda dallo spirito con cui si affronta… non so … che ne pensi?

Non posso entrare nel merito della vita privata di questa persona… non la conosco…. e comunque non potrei farlo pubblicamente…

Una persona che non ha rapporti sessuali per otto mesi, o pratica autoerotismo o vive delle situazioni personali psicologiche particolari per cui viene “distratta”. L’avventuretta fine a se stessa può essere utile ad appagare il bisogno sessuale da fasi transitorie: non completamente appagante, ma sicuramente necessario per una sorta di equilibrio interno psiconeuroimmunoendocrino…. sempre che non ci siano dei condizionamenti morali che creino dei conflitti.

Giuliana De Sio, dopo aver confessato di aver trascorso un periodo di sei anni in cui non ha fatto l’amore, dichiarae che l’avventura è una cosa che sta scoprendo adesso e .. non sa se le piace… dice: “Sono abituata a rispettarmi, a dare un senso a ciò che faccio”… Ma una donna che fa l’amore facendo solo sesso è poi così vero che non si rispetta o forse è proprio il contrario visto che non appaga dei bisogni?

Hai già risposto!

Eva Grimaldi confessa (anche lei) di non aver avuto più rapporti sessuali dopo la fine della storia con Gabriel Garko e dice “Meno fai l’amore e meno ne senti il bisogno”…. Nooooo, non ci credo…..

Potrebbe essere vero invece… perchè, a lungo andare, se impegni la tua mente in altro cominci a desensibilizzarti…

Ah!

… sì perchè meno utilizzi degli organi e meno ricevi stimolazioni, anche periferiche da questi organi…. qualunque organo sia….

Se mangi pochissimo lo stomaco ne risente ed avrà difficoltà a far entrare un quantitativo considerevole di cibo durante un pasto…. Se ti muovi poco si atrofizzano i muscoli… Un atleta ha un cuore di dimensioni superiori alla norma pur in assenza di patologie e chi pratica un’attività sessuale intensa, ha una facilità di rispondenza degli organi genitali certamente maggiore di chi vive in “astinenza” perché, quest’ultimo, può manifestare un’atrofia funzionale! Meno usi un organo e meno funziona…. e poi, distratto da altri elementi nella vita, cominci a non avvertirne il bisogno che dal punto fisiologico permane, ma viene tenuto nel mondo inconsapevole… Guarda che c’è tanta gente che, dopo i 40 anni, ha rapporti sessuali con una frequenza di 1-2 volte al mese e, avolte, anche meno.

Caspita!

…alla fine, soprattutto nelle coppie cosiddette stabili, se non ci concretizza un dialogo costruttivo, se si manifestano dissapori si ha sempre meno interesse, necessità di scambiare dal punto di vista sessuale e tu ne sai qualcosa guardando al tuo passato….

E come no!…

In seguito ad una dichiarazione di Patty Pravo, in cui lei confessa di non aver fatto l’amore per 10 anni e che il non farlo non ha risvolti negativi, un sessuologo si dichiara d’accordo ed afferma che l’astinenza, se scelta con consapevolezza, non fa male in assoluto….

Con la consapevolezza di non rispettare le Leggi di Natura, però, il ché non è scientifico e non è oggettivo….

Posso affermare, comunque, che nei consumatori di sostanze stupefacenti (droghe leggere o pesanti), la libido può ridursi o scomparire del tutto…. dieci anni!… Patty Pravo ha dichiarato di aver fatto uso di droghe…. quindi la base delle sue dichiarazioni può trovarsi in questa realtà!

Andiamo a me….

Scusa, ma chi è questo sessuologo dei miei stivali?

Non lo so, non c’era scritto….

…. Io vengo da un’educazione rigida, sbagliata… che mi ha messo in guardia dal sesso come fosse un demone; ho scoperto e vissuto appieno la sessualità addirittura dopo la fine del mio matrimonio (visto che il mio ex-marito non era un buon amante) con il mio ultimo compagno ed in una età che va verso i 40…. insomma…. non proprio da ragazzina!

Devo dire che quello che ho vissuto di più positivo con lui, è stato proprio il rapporto …. tra le lenzuola… E’ quello che mi manca…. e sono tentata di riprendere solo quello con lui…… ma qualcosa mi trattiene… non sento, in questo momento, un gran bisogno, sono presa da altro.

Secondo te cosa mi sta succedendo?

Hai già risposto! Sei presa da altro, hai ricevuto un’educazione rigida che ti rende difficile l’idea di scambiare solo dal punto di vista sessuale quindi probabilmente reprimi le pulsioni di tipo erotico – sessuale.

Mi sento… pur non avendo rapporti sessuali da quasi… due mesi….non ne sento un gran bisogno….

A certe condizioni, meno lo fai e meno ne avverti la necessità….

Certo ne pago le conseguenze…

Può che accdere, per esempio che, se qualcuno ti provoca, scarichi sul malcapitato l’eccesso di aggressività che non hai utilizzato facendo l’amore…

Ti suggerirei di incrementare, almeno, la tua attività fisica!

Un’altra domanda che ti volevo fare è questa: molto spesso si sente dire alle coppie che stanno insieme da tanto tempo che l’amore svanisce e resta il volersi bene, un affetto profondo che non conosce dubbi ed incertezze…. Dietro tutto questo tu che cosa ci vedi? spesso si scopre che queste coppie, non fanno più l’amore o lo fanno poco….Sono persone effettivamente legate, ma che cosa cambia nel rapporto perchè si modifichi così?

Cambiano gli interessi, diminuisce la passione, l’amore dubito che si sia mai creato (almeno quello di cui abbiamo parlato noi); rimane un forte legame affettivo generato dall’abitudine per cui difficilmente si riuscirebbe a fare a meno l’uno dell’altro…..come legame affettivo…

...quindi solo questo….


Beh…. non è poco!… l’affetto, all’essere umano, serve molto….però è solo una parte del rapporto di coppia, perchè il rapporto di coppia è vero, è gratificante quando c’è stima, c’è dialogo, c’è affetto e c’è una buona intesa di intimità sessuale. Infatti, durante lo scambio sessuale si riesce a creare un’ intimità in cui accetti di aprirti all’altro e lo stesso fa l’altro con te… ecco perchè anche questo aspetto erotico risente positivamente del buon andamento di una coppia. Noi abbiamo distinto il sesso con amore, dal sesso con sfondi prevalentemente rivolti ad un erotismo con poco amore, realizzato fra due persone che non sono riuscite a concretizzare un buon rapporto di coppia ma si “parlano” mediante l’energia scambiata in quei momenti, attraverso tutti i punti di vista.

Questa era una cosa che volevo domandarti da tempo…

…Mah… sai… tanta gente resta insieme tanti anni per mantenere una abitudine affettiva, per mantenere delle abitudini consolidate nel tempo come guardare la televisione, farsi preparare il pranzo, commentare avvenimenti… magari litigare…

Sono cose che mancherebbero!

Diventerebbe difficile cambiare abitudini, belle o brutte che siano… restano comunque delle certezze…

Molte coppie vanno avanti per questi motivi a meno che, uno dei due non abbia stimoli talmente forti dall’esterno da voler…scappare via!

Vedi, Alessia, funziona così per tutto ciò che riguarda l’essere umano. Se migliori te stessa, ti realizzi autoaffermandoti e ti rapporti adeguatamente al mondo sociale, la tua vita non conoscerà parabole discendenti, altrimenti avrà un circolo simile a quello di tante altre persone.

Io sto osservando, in questi giorni, il declino di un essere umano che gestisce un negozio di generi alimentari: il pover’uomo, sta per andare in pensione dopo oltre 40 anni di attività. Questa persona avrà combattuto tutta la sua vita (come ogni commerciante), avrà aiutato i figli a crescere, avrà sofferto e gioito con loro ed adesso staziona come espressione di un rassegnato viale del tramonto, sull’uscio del suo negozio… (a lutto, perchè la sarracinesca è abbassata per metà) in attesa…. di morire!.. Ma se questa persona avesse puntato di più sulla propria realizzazione personale, non solo finalizzata ai soldi, avrebbe mantenuto degli obiettivi, degli ideali grazie ai quali dentro, nel proprio intimo, non sarebbe mai invecchiato: tutti quelli che, a dispetto del tempo, continuano ad usare la propria mente in termini costruttivi, sono testimoni viventi di quello che affermo.

Io, anche se sono giovane, questo l’ho vissuto e continuo a viverlo sulla mia pelle…

Tu ricorderai senz’altro, quando mi hai conosciuta, che avevo sicuramente tanta voglia di guarire dai sintomi che mi “torturavano” la vita, però sono venuta da te come una persona spenta…

Io ricordo che l’ultima volta che sei venuto a cena a casa mia, poco prima della mia separazione, in seguito hai commentato così: ti ho visto come un fiore senz’acqua….

Questa è una cosa che mi è rimasta in mente…. Ovviamente l’acqua adesso ce l’ho, sono un “fiore” che sta bene, anzi che addirittura è risbocciato; mi sentivo molto più vecchia quando avevo 28/29 anni che non adesso che ne ho molti di più ….

Mi sento molto più giovane, attiva, appagata che non allora, momento in cui avevo davanti a me molti più anni e magari potevo sostanzialmente mirare a realizzare tante cose in più, avevo più tempo per fare e creare le cose, la mia vita….

Ho sempre aspettato che le cose accadessero da sole….

Quello di cui io ho constatato un cambiamento dentro di me è stato il vedere cambiare la forza nelle mie mani, cioè io oggi sono una persona diversa, realizzata, stimata, apprezzata, ricercata (per quanto riguarda la mia attività), solo per merito mio, della mia attivazione…

Oggi penso al futuro in maniera diversa, mi devo ancora scrollare un po’ di dosso delle cose apprese dai miei genitori come il posto fisso, la pensione, l’anzianità… sto combattendo anche perchè svolgo un lavoro autonomo…. però, se confronto il mio modo di proiettarmi oggi verso il futuro rispetto a quello di qualche anno fa, sicuramente mi merito una pacca sulla spalla e un complimento decisamente benevolo. Capisco, quindi, quello che mi hai appena detto su questa persona che ha svolto un lavoro come “scusa” per vivere e per portare avanti una famiglia.

Io mi trovo a svolgere un’attività che, oltre a farmi guadagnare, mi soddisfa, mi gratifica… ecco perchè sono cambiata, ecco perchè mi considero una persona di successo in quello che faccio e sono molto orgogliosa di me… di quello che sono e di quello che sono riuscita a diventare, per come mi sono attivata per diventarlo.

Una delle persone che devo ringraziare sei tu… non perchè mi hai permesso di fare quello che io volevo fare, ma perchè mi hai dato la prima spinta per farlo… diciamo che al mio “motorino di accensione” la chiavetta l’hai girata tu… e oggi, comunque, continui a tenermi per mano nel mio cammino anche se ormai mi sono attivata abbondantemente… non so … la tua figura la vedo così….dimmi se sbaglio…

Io mi lascio volentieri accompagnare dalle “belle” presenze!

Graaaaazie!!! Mi fa sempre bene sentirmi dire certe cose!

Ci vediamo la settimana prossima, sarò puntuale..giuro… e soprattutto ci sarò… tu mi capisci!!!

A. M. – Musicista


G.M. – Medico psicoterapeuta

Con la collaborazione di Stefania Labate

Print Friendly, PDF & Email