Posted on

Non sol filosofo fu, ma anche poeta;

s’interessò di temi a non finire

ed il “sapere” fu la grande meta,

assieme all’ “essere” ed anche all’  “agire”.

“Autocoscienza” è base del “sapere”;

invece, l’  “essere” ha tre primalità:

possanza, senno e amore (doti vere)

e il bene è il fine di moralità.

Ha l’uomo un compito ben determinato:

deve imitare Dio egregiamente,

ma per far ciò deve aver studiato

due libri scritti molto chiaramente.

La Bibbia e la Natura essi sono,

che narrano la gloria del Signore.

Tommaso grida sempre a grande tono

che Cristo rappresenta il vero amore.

Infatti egli riesce a rinnovare

lo spirito religioso di noi tutti,

che, poi, a Dio lo deve riportare,

in modo tale che i vizi sian distrutti.

“Città del Sole” fu un’opera importante,

in cui la “ratio” domina il sociale,

ché la ragione è assai determinante

e al “Sole metafisico” equivale.

Esso è il frutto di tre cose serie:

sono “sapienza”, “potenza” ed anche “amore”

che salvano da tutte le intemperie

e tutto questo, a lor, a solo onore!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.