Posted on

Forse, dipenderà da voi. Lo sarete di ruolo, per ruolo, imposto da una società che impone regole umane agli umani a dispetto di una natura che rivendica l’importanza della sua esistenza e verità.

 Unica ad essere legittimata a guidare la nostra vita e la nostra funzione in essa per essa.

 Siete un meraviglioso agglomerato di energia vitale che va differenziata nelle sue tre qualità: affettività, aggressività, neutrergia e le sue cariche, per sviluppare e migliorare le capacità nel modo giusto, utile ad esplicitare correttamente il proprio compito: fare il papà.

 Ho detto fare, non a caso, poiché spesso lo si è, ma non lo si fa.

 Siete troppo impegnati a seguire e servire i vostri desideri, falsi quanto lo sono gli apprendimenti sbagliati, dannosi quanto i vostri comportamenti, le comunicazioni che, frettolosamente trasmettete in tutte le forme che avete a disposizione, ad un mondo che esterno poi tanto non è.

 Viene da voi, è parte di voi, dipende e dipenderà da voi.

 Dalla vostra attenzione, dai vostri apprendimenti consciamente ed inconsciamente insegnati e trasmessi. Dalla cura e rispetto di voi stessi dipenderà la loro, quella dei vostri figli.

 Voluti, cercati o no, ci sono!

 Esseri umani, persone, piccoli forse, ma completi, di più, molto più di voi, dei grandi poiché puri e liberi da falsità e ipocrisia, aggressività e cattiveria gratuita dell’ignoranza di una società vecchia quanto gli apprendimenti su cui è fondata.

 Deboli però, bisognosi di affetto, chiarezza, schiettezza, fonti sicure e forti a cui attingere per diventare sicuri e forti, di sé, autonomi in autostima e autoaffermazione, capaci di affrontare il mondo interno ed esterno, diventare esseri umani capaci di vivere la vita, quella vera, piena, soddisfacente perché soddisfatti i bisogni nel loro ordine naturale e soddisfatti di amore, quello genitoriale, di un papà che forse non è nato per esserlo, ma con impegno, studio e un serio lavoro, migliorando la conoscenza, se stesso, aprendo le porte al potere conoscitivo si è reso forte di un forte alleato: l’armonia del trittico (apprendimento, pensiero e logica), e lo è diventato.

 Un sicuro sostegno, un educatore, un’amico, un porto sicuro sempre aperto all’emergenza di un approdo.

 Dora Principe (21 novembre 2008)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.