Posted on

Ritorno al tema proposto, ESSERE UMANO E SOCIETA’; dell’E.U. te ne ho parlato, spigolerò sul termine Società, e inizio dalla riflessione più semplice:” che cosa è la società? “

Il vocabolario italiano ci dice ” Unione di individui, aventi scopi comuni da raggiungere e rapporti fra loro”.

BACON diceva:

“Una folla non fa compagnia, e i visi non sono che una galleria di quadri”

Una folla di E.U. non fa dunque società; molti visi, messi vicini, gli uni agli altri, formano una galleria di quadri, ma non fanno società; ci vuole dell’altro perché si possa usare il termine di SOCIETA’ UMANA.

Ci vuole interagenza pacifica e civile, trasmissione e mutuo soccorso reciproco, coscienza del proprio spazio vitale e rispetto degli altrui diritti civili; scambio di opinioni e di servizi e, in alcuni momenti, comunicazione anche attraverso il silenzio.

Dieci persone che interagiscono, costituiscono una società umana; undici persone non sono dieci pi una, ma una nuova società che interagisce.

Molti si lagnano della società, ma la società spesso fa più lei in un sol giorno, per Giovannino, di quanto l’E.U non sappia fare in tutta la sua vita, per la società. E questo va detto ad onta di ogni critica che si fa a tutte le società della terra: la società resta, gli E.U. passano e sono pochi quelli che contribuiscono a migliorarla. La massa degli E.U., passa attraverso la vita e non lascia traccia di sé, mentre ha usato la società e l’ha usata giornalmente.

Giovanni Russo

Commento e Riflessioni

La visione offertaci dal prof è unica e, come sempre, molto avanzata.

Coniugare le leggi naturali con quelle sociali è opzione elitaria oltre che impegnativa.

Leggendo attentamente le riflessioni del prof. Giovanni Russo, ci si può accorgere che vivendo in società si possono soddisfare dei bisogni che ci conducono verso il benessere psicofisico.

Proprio come quando ci stupiamo di fronte alla maestosità della Natura nel momento in cui ci fermiamo ad osservarla.

VIVIAMO, DUNQUE, LA VITA ED INTENSAMENTE!

Francesco Chiaia

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *