Posted on

I bocconotti( “buccunotti” nella forma dialettale) sono dolcetti di pastafrolla, lavorati rigorosamente a mano, tipici di molti comuni della provincia di Cosenza e della stessa città dei Bruzi.

Si dice che il loro nome derivi dal termine boccone, perché data la loro piccola dimensione è possibile consumare il singolo bocconotto in “un sol boccone!!”.

La ricetta tradizionale gli attribuisce una forma ovale con una farcitura di mostarda o di marmellata di ciliegie. Tuttavia ne esistono anche a forma di canestrello, rotondi con un ripieno a pasta di mandorle, al cioccolato o alla crema pasticcera.

La decorazione varia :

si possono spolverizzare con lo zucchero a velo o “renderli lucidi”, nella parte superiore con il tuorlo d’uovo, e/o l’aggiunta dei “diavuliddri” ( i diavoletti colorati).

Per celebrare questo prodotto, ogni anno in Agosto, a Mormanno un paese situato nel Parco Nazionale del Pollino, un comitato di volontari ha ideato un bocconotto gigante (farcito con la classica marmellata di ciliegie) da guinnes dei primati.

Un dolce enorme dal peso di un quintale che viene offerto gratuitamente a tutti.

Ingredienti per 40 bocconotti:

  • 1 kg di farina;
  • 400 gr di zucchero;
  • 400 gr di strutto;
  • 8 uova;
  • un pizzico di sale;
  • 2 bustine di lievito per dolci;
  • 1 barattolo di marmellata (300gr circa);
  • zucchero a velo o il tuorlo d’uovo, oppure i diavoletti colorati (q.b.).

Preparazione:

Disporre la farina su un piano di lavoro e formare una fontanella. Versare lo zucchero, lo strutto, le uova, il sale, il lievito.

Lavorare bene il composto e formare una pasta piuttosto morbida.

A questo punto prendere dei piccoli stampi rotondi(o di forma diversa), ungerli di strutto foderarli di pasta, riempirli di marmellata e coprirli con un altro strato di pasta.

Adesso, se si vuole, i bocconotti possono essere spennellati con il tuorlo d’uovo per ottenere a fine cottura una doratura lucida anziché opaca.

Infornarli a 200° (il forno deve essere preriscaldato) per trenta minuti circa.

In alternativa, terminata la cottura, lasciarli raffreddare e cospargerli di zucchero a velo o di diavoletti colorati.

Che dire …… sono eccellenti !!!!!

Buon Ferragosto !

di Francesca Miceli

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *