Posted on

…Durante un percorso di analisi personale?


Sto seguendo un percorso di analisi personale. Vorrei sapere come togliere “ossigeno” alle idee emotivamente scorrette. In sostanza, come si fa a “tenere a bada” prima di eliminarla del tutto, la parte di noi “negativa” che può lavorare “contro” ed essere causa di comportamenti lesivi per sé e per gli altri?

G. I.

Il suo analista le spiegherà che si può evitare l’azione di questa componente conflittuale, a condizione di mantenersi attivi dal punto di vista neutrergico razionale, attraverso lo studio continuato anche se a basse dosi. In questo modo, i flussi energetici di microparticelle che costituiscono la nuova informazione, costruttiva e positiva, influenzeranno, dal punto di vista delle caratteristiche fisiche, le particelle che servono a costruire le vecchie idee, impedendo loro, di “resistere” a lungo. Nel tempo, cambieranno anche le matrici delle idee.

Cosa sono le matrici?

Rappresentano lo scheletrato su cui si innestano le particelle per formare un’idea.

Quando il lavoro non è completo, la sensazione di benessere prodotta, svanisce perché i vecchi scheletrati riorganizzeranno le idee di partenza. Posso concludere dicendo che la pazienza nella ripetitività di certi messaggi, unita al suo impegno attivo, rappresentano l’elemento fondamentale del vostro lavoro.

 

G. M.Medico Psicoterapeuta


Print Friendly, PDF & Email