Posted on


Parola d’ordine: risparmio e ancora risparmio entro il 30 agosto.


Niente limiti all’uso del telefonino quest’estate all’estero. Chi è partito o si recherà all’estero potrà usufruire dei nuovi piani tariffari con evidenti riduzioni di spesa che, per certi versi incentivano il turismo oltre frontiera. Con le nuove regole sul roaming varate in sede europea, è, infatti in arrivo l’eurotariffa, il tetto di prezzo che un operatore può applicare per le chiamate effettuate o ricevute all’estero in un Paese dell’Ue.

I primi ribassi sono iniziati il 29 luglio mentre gli ultimi arriveranno a fine agosto, secondo il calendario dei diversi operatori. L’eurotariffa stabilita da Bruxelles prevede che l’operatore non possa superare 0,588 euro al minuto per le chiamate effettuate e 0,288 euro al minuto per quelle ricevute. Si tratta di valori che devono comprendere tutti gli elementi fissi e, quindi, niente scatto alla risposta, e zero costi di attivazione. Ma non finisce qui. È stato, infatti, predisposto un preciso calendario per un ulteriore taglio nei prossimi anni: i tetti massimi, infatti, diminuiscono a 0,552 euro e a 0,516 euro per le chiamate in uscita, e a 0,264 euro e 0,228 euro per le chiamate in entrata, rispettivamente entro il 30 agosto 2008 e il 30 agosto 2009.

La manovra tariffaria, in ogni caso, lascia ampie libertà di manovra agli operatori, che possono proporre tariffe di vario tipo agendo sulle ore del giorno o sul Paese visitato, purchè i valori siano inferiori o uguali a quelli indicati. Per quanto riguarda questa estate, gli operatori hanno avuto un mese di tempo, a partire dallo scorso 30 giugno, per adeguare il proprio listino ai nuovi prezzi e un altro mese (vale a dire non oltre il 30 agosto) per attivare la tariffa a chi ne farà richiesta.

I quattro gestori italiani (Tim, Vodafone, Wind e 3 Italia) hanno provveduto alle comunicazioni ai clienti, con offerte che applicano direttamente l’eurotariffa o altre proposte alternative, con il passaggio vero e proprio e, definitivo, all’eurotariffa previsto a partire dal 30 agosto.

Maria Cipparrone

Print Friendly, PDF & Email