Posted on

… come difesa e rispetto della dignità e della verità.


 

Alla stampa con preghiera di pubblicazione

E’ stato un incontro di grosso spessore e di grande successo quello di sabato 18 marzo 20006 di Grottaminarda dove si è dibattuto sul tema “I Nuovi Autori per una Comunicazione di qualità: Tutele e prospettive”, organizzato dall’Istituto d’Istruzione Superiore “E.Majorana”, palesato dall’attenzione, dall’assoluto silenzio e dagli intelligenti interventi dei giovani studenti che hanno posto l’accento sui nuovi strumenti comunicativi interattivi, i blogger; così ha commentato soddisfatta la dirigente Catia Capasso.
L’Argomento è stato trattato con pulizia intellettuale e professionale da parte degli intervenuti dibattendo temi che hanno interessato l’ampio spettro della comunicazione: dal diritto d’autore alla pirateria, alla televisione, ai linguaggi, alla qualità, ai nuovi strumenti comunicativi della internet communication.
L’Italia e gli Stati Uniti d’America sono impegnati da molti anni a combattere le violazioni della proprietà intellettuale con una strategia comune tesa all’educazione soprattutto delle giovani generazioni; ha affermato il Console degli Stati Uniti d’America Anthony A. Deaton con la condivisione di Francesco Dainotti dell’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni.

Oggi, si rende necessaria un’ “educazione nuova e forte” alla fruizione dei mezzi di comunicazione fondata sull’etica e sui valori di un popolo, l’insegnamento deve essere centrato sulla verità e sulla dignità della persona, in questo la scuola ha un ruolo determinante per la formazione sia dei fruitori che dei comunicatori; ha rilevato Giampiero Antonioli, direttore della Nuova Università del Cinema e della Televisione di Cinecittà.

Giacomina Valenti, direttrice di Leonardo World, ha rimarcato la necessità dell’offerta diversificata del prodotto televisivo tematico, alternativo al prodotto pubblico e commerciale, centrato sulla qualità dei contenuti e sulla capacità di coniugare qualità, penetrazione e basso costo.
Brillante è stata la proposizione di Carlo Orichuia, vice direttore di Rainotte, che ha sintetizzato sul ruolo e sul futuro del servizio pubblico Rai dei prossimi anni e sulla necessità di dare una linea europea alla televisione che valorizzi ed armonizzi le diverse culture per formare, nelle radici, una “vera anima europeista” che dialoghi e si interfacci con gli Stati Uniti d’America per costruire insieme un nuovo percorso culturale occidentale.

La necessità di fare “buona e nuova comunicazione di qualità” consiste nel capire davvero chi è il “mercato” e chi è il “pubblico” e cercare di commutare insieme le strategie che dia alla”massa” più dignità e rispetto, tutto questo lo si può fare con i “nuovi autori, appunto; ha concluso Pino Tordiglione, moderatore, regista e promotore della consulta nazionale per la buona comunicazione.

Fonte: PT Agency News

IIS “E.MAJORANA” Grottaminarda

Print Friendly, PDF & Email