Posted on

Revoca in caso di nuove nozze.

Sono vedova da 10 anni e vivo con la pensione di reversibilità di mio marito. E’ vero che, se mi sposo di nuovo, perdo la pensione di reversibilità?”

La pensione di reversibilità, che spetta, alla morte del lavoratore assicurato o pensionato, ai componenti del suo nucleo familiare, viene revocata al coniuge superstite in caso di nuove nozze.

Tuttavia, in questo caso, il coniuge superstite ha diritto alla liquidazione di una doppia annualità, che corrisponde a 26 volte l’importo della pensione percepita alla data del nuovo matrimonio.

La doppia annualità spetta al coniuge che si risposa, anche se vi sono figli superstiti che percepiscono la pensione, e, per ottenerla, occorre presentare all’INPS apposita domanda, cui deve essere allegato il certificato del matrimonio.

Erminia Acri-Avvocato

Print Friendly, PDF & Email