Posted on

Rispondiamo alla domanda di un lettore che ci chiede quali maggioranze siano richieste per l’approvazione di una serie di lavori alle parti comuni dell’edificio (tinteggiatura muri, ristrutturazione rampa garage, ecc.).

“Nel mio condominio occorre decidere su una serie di lavori: tinteggiatura muri interni, ristrutturazione rampa garage, riparazione dell’impianto idrico, rinnovo dell’assicurazione dell’edificio, applicazione al cancello condominiale di un sistema di apertura automatizzato. Si tratta di opere di amministrazione straordinaria o ordinaria? Quali maggioranze sono richieste per l’approvazione di questi lavori da parte dell’assemblea?”

La legge non prevede specificamente le maggioranze richieste per l’approvazione delle varie tipologie di opere che possono riguardare gli edifici in condominio. Pertanto, occorre fare riferimento soprattutto all’interpretazione giurisprudenziale per individuare le maggioranze necessarie per le relative delibere condominiali.


Nel caso prospettato, i lavori di tinteggiatura muri interni e ristrutturazione rampa garage rientrano nelle ‘riparazioni straordinarie di notevole entità’ – e non nelle innovazioni, che consistono in modifiche alle strutture condominiali – e le relative delibere richiedono le seguenti maggioranze:


sia in prima sia in seconda convocazione, metà + 1 degli intervenuti che rappresentino almeno la metà del valore dell’edificio;


Invece, la riparazione dell’impianto idrico, il rinnovo dell’assicurazione dell’edificio, l’applicazione al cancello condominiale di un sistema di apertura automatizzato, sono considerati atti rientranti nell’ordinaria amministrazione della cosa comune e le relative delibere richiedono le seguenti maggioranze:

– in prima convocazione, metà + 1 degli intervenuti che rappresentino almeno la metà del valore dell’edificio;

– in seconda convocazione, 1/3 degli intervenuti che rappresentino 1/3 del valore dell’edificio.

Erminia Acri-Avvocato

Print Friendly, PDF & Email