Posted on

Questa settimana abbiamo provato la nuova versione della Ford Fiesta Ghia 3 porte.



Entrando, il primo fattore che si nota è l’ampiezza dell’abitacolo, così spazioso che sui sedili posteriori si possono distendere le gambe. Le plastiche degli interni sono troppo rigide su plancia e cruscotto, per cui mostrano la tendenza allo scricchiolio. Quello che si nota subito accelerando un po’ è che raggiunge i 100 Km/h in quasi 15”, un tempo non proprio rapidissimo, ma che in compenso il consumo è quello medio del suo segmento (16,1 Km al litro).

Con 1242 c.c., l’iniezione elettronica, l’alimentazione a benzina e la trazione anteriore, pur non avendo uno scatto rapidissimo(raggiunge massimo i 163 Km orari e quindi resta una auto da città) mostra una discreta ripresa e soprattutto un motore poco rumoroso.

Ma l’insonorizzazione del motore a ben guardare è indice del materiale usato nella costruzione del monoblocco, che anziché in ghisa risulta essere in alluminio, fattore questo che la predispone ad essere soggetta ad una maggiore usura. E’ comunque un motore più ambientalmente compatibile, per l’emissione di inquinanti.


La carrozzeria è più sportiva della versione precedente, e il tipo più curato ha cerchi in lega e specchietti regolabili e riscaldabili elettricamente di serie)

Purtroppo è da rilevare la presenza di sospensioni troppo morbide, per cui la manovra in velocità tende ad avere una minore stabilità. I freni sono efficienti anche dopo un uso prolungati, ma il cambio è un po’ duro e la frizione pesante.


Invitiamo i lettori della Strada ad inviare i loro commenti alle seguenti domande, per avere un campione base per un sondaggio di opinione, alla casella E Mail
info@lastradaweb.it



  1. Quali sono i parametri su cui vi basate per la scelta di un’auto da comprare?
  2. Che tipo di macchina vi piacerebbe acquistare e perchè?
  3. Al di là delle promozioni e degli ecoincentivi, investireste denaro nell’immediato per l’acquisto di un’auto?


Vi ringraziamo in anticipo per il contributo che vorrete fornirci.

Chiudiamo la nostra nuova rubrica sulle auto con I CONSIGLI IN PILLOLE AGLI AUTOMOBILISTI DA MOVIMENTO CONSUMATORI DI CATANZARO:

  • Fate sempre indicare sul contratto di acquisto della vs. auto la data di consegna, facendoci scrivere accanto le parole “essenziale ed inderogabile” per le quali il contratto se non è rispettato alla scadenza, si intende sciolto.
  • Controllare che sia eventualmente indicato il “periodo di tolleranza” di 45 giorni che le concessionarie per garantirsi prevedono, ed eventualmente 15 prima di tale scadenza si può inviare una raccomandata A/R alla concessionaria per chiedere il rimborso o la riduzione del prezzo o lo scioglimento del contratto.
  • Si può riavere il doppio dell’anticipo versato in caso di caparra confirmatoria.
  • Il blocco del prezzo della macchina fino alla consegna, è meglio che venga indicato sul contratto.

Gianluca Ionà Consulente automobilistico / collaudatore diagnostico


Print Friendly, PDF & Email