Posted on

Informazioni utili in caso di inadempimenti postali.


Una sentenza della Corte Costituzionale, e successivamente anche una sentenza della Corte di Cassazione, hanno stabilito che, in caso di notevole danno (professionale e/o di qualsiasi altra natura), di cui è possibile fornire la prova, derivante dal mancato recapito di un telegramma e/o dal ritardo nella consegna di un plico spedito con raccomandata da parte delle poste italiane, è possibile inoltrare richiesta di risarcimento danni nei confronti della suddetta società, che, pertanto, non può limitarsi al semplice rimborso del prezzo del servizio, ma è chiamata, quando è individuabile una sua responsabilità nell’evento, a liquidare i danni.

Maria Cipparrone (avvocato)

Questo lavoro è stato realizzato con la collaborazione della dott. Laura Trocino.

Print Friendly, PDF & Email