Posted on

Questa volta il grillo parlante (“rappresentato” dal Presidente del Movimento Consumatori di Catanzaro) “fustiga” alcune cattive abitudini dall’Amministrazione Regionale della Calabria. E’ proprio vero: tanti partiti…un solo interesse!


Presso la Regione Calabria i dati dei dipendenti sono spaventosi: un plotone di oltre 4000 persone con buste paga dirigenziali che fanno tremare i polsi (121 milioni lordi annui contro i 93 mil lordi annui del Piemonte).

Come se non bastasse nuove assunzioni, nell’ordine delle migliaia, sono state varate dalla Giunta, nel 2000, per le cariche più elevate(direttori generali, di settore, dirigenti di servizio, ecc.) Tutto ciò dietro il paravento delle “mansioni superiori”, ossia la mistificazione del reale impegno e competenza di tali signori.

E’ di questi giorni la notizia di un ennesimo concorso alla Regione Calabria per 137 portaborse da 3000 euro al mese …….

E che dire dei costi del Consiglio Regionale più caro d’Italia?

121 miliardi annui per il 2001, contro i 107 della Lombardia. Eppure la sua operatività si è limitata nel 2001 a 37 riunioni ed al varo di 90 provvedimenti.

Tra rimborsi ed esperti/consulenti lievita il costo di quello che dovrebbe essere il Governo periferico della Calabria.

Ai lettori de La Strad@ l’ardua sentenza!.

Gianluca Ionà (Presidente del Movimento Consumatori di Catanzaro)

Print Friendly, PDF & Email