Posted on

In questa dichiarazione programmatica, il Movimento per la Tutela dei Diritti Umani – Neutrergon ONLUS, prende ufficialmente posizione, a tutto campo, sui programmi “soppressivi” di Trenitalia S.p.A.



NeutrergonOnlus”


( Prevenzione – Formazione – Consulenza – Operatività territoriale )

Movimento per la tutela dei Diritti Umani


Su richiesta di molti cittadini della zona ionica, preoccupati dalle possibili scelte (decisamente poco ponderate) di Trenitalia S.p.A. di sopprimere alcune fermate che riguardano i treni a lunga percorrenza, così come gli Intercity, abbiamo deciso di muoverci per portare il nostro seppur piccolo contributo al fine di cercare di trovare una concreta soluzione a questa delicata vicenda; teniamo a precisare che lo spirito che animerà ogni iniziativa che intraprenderemo non avrà scopi competitivi con quanti, già e prima di noi si sono occupati di tale situazione; tali iniziative, infatti, saranno complementari ed integrative di altre già intraprese o in via di attuazione.

Nostra unica finalità è sempre stata quella di cercare di portare a buon fine ogni problematica, più o meno grave, che ci sia stata sottoposta.

Riteniamo, inoltre, che sentirsi TUTTI su una “barca” comune e remare nella stessa direzione abbia portato, da sempre, molto lontano! A tal proposito note di sentito encomio debbono essere spese per l’operato dell’Associazione “Otto Torri sullo Ionio” che fattivamente si sta occupando della vicenda, cosi come per tutti quegli Amministratori locali, Sindaco della cittadina di Rossano in testa, che si sono mossi nella maniera più consona, senza pietismo e vittimismo ma, concretamente, nel pieno rispetto della dialettica costruttiva. Riteniamo che le paventate scelte di TRENITALIA, qualora fossero definitive, violerebbero i diritti dei cittadini sotto molteplici aspetti, diritti che debbono essere tutelati ad ogni costo, tutelati da chi con arroganza ritenga di poterli calpestare senza dover dare conto a nessuno.

A tal fine

  • ci siamo attivati allo scopo di sensibilizzare il Presidente del Consiglio ed il Ministro dei trasporti e della navigazione, persone attente a queste problematiche;

  • stiamo cercando, un dialogo costruttivo con le “alte sfere” di TRENITALIA;
  • ci stiamo muovendo per ottenere la solidarietà dell’U.N.E.D.U., organizzazione mondiale a tutela dei diritti dei cittadini collegata all’O.N.U. da sempre sensibili alle violazioni dei diritti umani, e, quindi, anche dei cittadini.

Di contro

  • chiediamo ai sigg.ri Sindaci della intera area ionica, di costituirsi in COMITATO permanente per la risoluzione di problematiche comuni, e di indire un pubblico consesso invitando Esponenti Regionali e Nazionali affinché possano prestare orecchio alle esigenze dei cittadini, veri protagonisti della realtà sociale, verificando che in Italia non esistono esseri umani di serie A ed esseri Umani di serie B!

Mariano Marchese

Resp. Naz. Movimento per la tutela dei diritti umani

“Neutrergon Onlus”

<

Print Friendly, PDF & Email