Posted on

Presentata l’iniziativa dell’associazione culturale Forum Telesiano che prevede l’allestimento di una mostra di macchine leonardesche

COMUNICATO STAMPA

Nella fascinosa cornice del complesso monumentale del Convento di Sant’Agostino, sede del Museo Archeologico dei Bretti e degli Enotri, a Cosenza, ha avuto luogo ieri, martedì 18 giugno, la conferenza stampa di presentazione di Aspettando Leonardo, progetto dell’associazione culturale Forum Telesiano di Cosenza, in collaborazione Exa Promotion srl di Milano e col sostegno di Prodinnova srl, che ha editato il volume di Gabriele Montera, “Il calice svelato nell’Ultima Cena di Leonardo” da cui l’evento scaturisce.

Dopo la “scoperta”, nel celebre dipinto leonardesco, del Calice e del Volto di Cristo, argomento del libro, Montera si mette in “ascolto” del genio vinciano che lo invita a proseguire e a diffondere il “loro” dialogo e attraverso una serie di casualità prende corpo questo vero e proprio evento che si svilupperà nell’arco di diversi mesi, tra il 2013 e il 2014, e che vedrà a Cosenza lo svolgimento di diverse tappe, che si snoderanno nella realizzazione di convegni di vario argomento e l’allestimento di una mostra di macchine leonardesche, che darà vita alla seconda fase dell’evento Da Vinci a Cosenza, attraversando Milano.

Al tavolo dei lavori, oltre a Gabriele Montera, che ha illustrato le varie tappe del progetto complessivo, Maria Grazia Innecco di Exadream, coordinatrice del progetto, Pierangelo Dacrema, economista e membro del Comitato Scientifico, Bruno Lavergata, graphic designer e docente dell’Accademia di Belle Arti di Catanzaro che ha ideato il logo dell’evento, e Federico Bria, Segretario Generale e portavoce della BCC Mediocrati, pur nella diversità di ruoli e competenze all’interno nel progetto, condividono approcci e metodo di “uno sguardo diverso” alla realtà, che permetta di individuare, proprio com’è accaduto a Montera, ciò che è esistente, ma non immediatamente visibile nella realtà attuale, da diversi punti di vista: filosofico, economico, olistico, artistico, comunicazionale. Si arricchisce anche il comitato organizzativo a supporto dei già membri Patrizia Gravina, Tina Trentinella, Cataldo Pugliese, Angela Gatto, Adele Filice, cresce dunque il numero di collaborazioni armoniose a sostegno del progetto. Sguardi altri, in definitiva, che possano offrire una chiave di lettura e soprattutto una metodologia di intervento nel momento contingente, caratterizzato dalla patina grigia di una crisi che prima ancora che economica, è crisi nella dispersa capacità di valorizzazione dell’Essere Umano. 

Cataldo Pugliese

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *