Posted on

Per le famiglie, il bilancio si aggrava di 30 euro.


 

Dal primo luglio aumentano le tariffe del gas, mentre diminuiscono ancora quelle dell’elettricità. Se le bollette della luce diminuiranno dello 0,5%, per il metano l’aumento è decisamente più consistente, pari a un più 3,2%. E’ quanto disposto dall’Autorità per l’energia per il terzo trimestre dell’anno. Complessivamente, le variazioni tariffarie comporteranno per i consumatori un aggravio di 30 euro l’anno (+32 per il gas, -2 euro per l’elettricità).

L’authority spiega che il ribasso delle tariffe sulla luce sarebbe stato superiore allo 0,5% senza il “crescente impatto” degli oneri per i sussidi alle fonti rinnovabili. Per il settore del gas, invece, l’Authority lamenta invece la “scarsa concorrenza” e le “inefficienze del sistema”. Elementi che, sommati all’aumento delle quotazioni petrolifere (oltre 25% negli ultimi 12 mesi) hanno determinato l’aumento di oltre il 3%. L’authority assicura che da ottobre, prima dell’aumento dei consumi nei mesi invernali, il nuovo metodo di aggiornamento dei prezzi garantirà un contenimento dei costi.

 Secondo le associazioni dei consumatori, in riferimento alle tariffe dell’energia elettrica, diversamente da quanto affermato dall’Authority, chi davvero risparmia sono solo le coppie ed i single. Le famiglie numerose che hanno maggiori consumi, per un numero maggiore dei componenti, risparmieranno di meno di quanto effettivamente previsto. Se i familiari sono 5, il risparmio è del 0,4%. Perché, dunque, ci sia veramente un risparmio per tutti, la tariffa deve considerare il numero dei componenti delle famiglie.

 

Maria Cipparrone.


[
->http://www.studiolegalecounselingcipparrone.it/]

Print Friendly, PDF & Email