Posted on

Dal patentino per i cani pericolosi alla riduzione del costo degli sms ed alla “win for life”, nuovo gioco della Sisal.


 

 

Arriva il “patentino” per i proprietari di cani. E’ stato presentato in questi giorni a Roma dal sottosegretario alla Salute, il corso formativo per i proprietari di cani pericolosi previsto dall’ordinanza del 3 marzo 2009 e che permetterà il rilascio del cosiddetto patentino. I corsi di formazione sono organizzati dalle Asl con la collaborazione della Federazione nazionale degli ordini dei veterinari italiani (Fnovi) e delle associazioni animaliste. Scopo di tali corsi è quello di “educare” chi ha intenzione di adottare un cane o chi già ne possiede uno ad instaurare un rapporto corretto con lui, per una convivenza ottimale in casa ma soprattutto negli spazi pubblici, affinché si prevengano situazioni di pericolo, sensibilizzando i padroni dei cani con il prezioso aiuto dei veterinari. Il corso è volontario, sarà obbligatorio solo per i proprietari dei cani “a rischio elevato”, dopo aver verificato, da parte dei veterinari, comportamenti anomali ed aggressivi degli animali.

 

“Non sarebbe male se, una volta tanto, l’Italia si riportasse sotto la media europea, dal momento che gode di primati negativi in molteplici campi, dall’energia alle banche”. Cosi’ alcune associazioni dei consumatori accolgono la decisione dell’Autorita’ garante per le comunicazioni di affrontare la spinosa questione dell’abbattimento dei costi degli sms. In Italia, infatti, tale servizio costa in media 15 centesimi di euro, quando in realta’, nella maggior parte dei paesi europei, il costo medio e’ assai inferiore e, per il roaming nell’Unione Europea, e’ stato fissato il limite di 13,2 centesimi

 

Grande successo per il nuovo gioco della Sisal “Win for life” Vinci per la vita, che ha debuttato lunedì 28 settembre e che offre come premio una rendita mensile, al netto delle tasse, di 4 mila euro pagati per 20 anni. Nonostante il gioco abbia breve vita ha già scatenato polemiche tra i movimenti e le associazioni per i consumatori. E’ stata infatti predisposta un’azione inibitoria nei confronti dell’Amministrazione dei Monopoli di Stato (Aams) e una segnalazione all’Antitrust per pubblicità ingannevole. Il gioco presenta elementi di vaghezza e indeterminatezza per quanto riguarda l’oggetto del contratto e l’ammontare della vincita che si scopre solo dopo l’estrazione. Il premio, infatti, si divide in base ai vincitori.

 

Maria Cipparrone

Print Friendly, PDF & Email