Posted on

E di nuovo passa nelle dita…



Un sigaro spento, corto, croccante e profumato,

tenuto tra l’indice e il medio della mano destra,

che gioca tra le falangi rilassate,

facendosi carezzare dall’indolente movimento delle dita.

E con un fare attentamente distratto arriva in bocca,

dove le labbra gustano quel sapore mascolino e profondo,

turgido e gonfio come un capezzolo che allatta e dona quiete.

E di nuovo passa nelle dita che solleticano il tabacco

facendone emanare l’aromatica fragranza.

E la mano sinistra sulla fronte a rasserenare le idee

e a gustare l’armonia dei sensi nel sole che tramonta.

Print Friendly, PDF & Email