Posted on

Quale tutela contro l’occupazione abusiva di spazi condominiali?

” Abito in un edificio in condominio dotato di un parco dove, sistematicamente, nel viale di accesso, due condomini parcheggiano le auto abusivamente con intralcio persino all’ ingresso nel fabbricato. Cosa si può fare per porre fine all’ abuso?”

La legge prevede che ciascun condomino può servirsi della cosa comune, purchè non ne alteri la destinazione e non impedisca agli altri condomini di farne parimenti uso secondo il loro diritto.

Quanto all’uso del parco condominiale, salvo diversa regola stabilita dal regolamento condominiale o dall’assemblea condominiale, ogni condomino può utilizzare la parte comune in esame, e può, perciò, in linea generale, transitarvi, farvi sostare i veicoli, sistemarvi piante, purchè non limiti o impedisca l’uso degli altri condomini.

Tuttavia, la sosta continuativa di autoveicoli nel cortile condominiale, secondo i giudici, è da ritenere abusiva perchè altera la destinazione comune e lede il pari diritto degli altri condomini a un uso diverso del cortile stesso (sentenza n. 454 del 20/2/74 della Corte di Cassazione). Pertanto, in tale situazione, spetta all’amministratore, che ha il compito di vigilare sul corretto godimento delle parti comuni, agire in giudizio nei confronti dei condomino che abusi nell’uso della parte comune. In caso di inerzia dell’amministratore, il giudizio può essere instaurato da ciascun condomino.

Erminia Acri-Avvocato

Print Friendly, PDF & Email