Posted on

Un secondo dal sapore forte e insieme delicato.


Scaloppine di pollo al pepe verde ©.



Il pepe.

E’ il frutto di un arbusto rampicante originario dell’India, ma coltivato in altri paesi tropicali o subtropicali. Sulle nostre tavole arriva in tre forme: quello nero, verde, bianco, derivanti tutti dalla stessa pianta ma lavorate in tre modi diversi. Il pepe nero è il frutto maturo, quello verde è costituito dalla bacche che non hanno ancora iniziato la maturazione, quello bianco è il frutto maturo a cui è stata tolta la buccia. Si utilizza macinato o in grani. E’ una spezia dal carattere forte, da dosare con attenzione per non coprire del tutto gli altri sapori. Si può usare per tutte le preparazioni, ma l’uso più congeniale è per insaporire le carni.

In particolare, il pepe verde, di solito usato in grani per sfruttare al meglio le sue caratteristiche, ha un gusto pungente ed esotico ed un sapore deciso.

Ingredienti per 4 persone:

500 gr di petti di pollo tagliati a fettine, 5 cucchiai di olio extravergine di oliva, farina (quantità necessaria per impanare i petti di pollo), 20 gr di pinoli, 6-7 grani di pepe verde (in salamoia), 30 gr di margarina 100% vegetale, sale, acqua q.b.

Tempo di realizzazione: 25-30 minuti (compresa la cottura).

Procedimento:

Sbattere i petti di pollo, passarli nella margarina fusa ed infarinarli. Nel frattempo, in una padella antiaderente versare l’olio e farlo riscaldare a fuoco basso. Prima che inizi a friggere, disporre sul fondo della padella i petti di pollo infarinati, salarli e farli cuocere, avendo cura di girarli, aggiungere ½ bicchiere d’acqua. A parte, tritare i pinoli ed unirli ai grani di pepe verde schiacciati. Versare il trito ottenuto nella padella e procedere nella cottura. Servire caldo.

Print Friendly, PDF & Email