HOME - GLI AUTORI - LE SEZIONI - VIDEO - LINK
 

Inviaci un tuo articolo

Partecipa anche tu !
Scrivi un articolo

   Cerca nel nostro archivio:
Il riconoscimento di un figlio nato al di fuori del matrimonio
di Erminia Acri  ( erminia.acri@lastradaweb.it )

26 settembre 2002

Il riconoscimento del figlio 'naturale' avviene automaticamente con la nascita? Il figlio naturale ha gli stessi diritti di un figlio nato durante il matrimonio? Un esperto risponde a queste domande


Il riconoscimento Ŕ l’atto con cui una persona dichiara di essere genitore di un figlio nato fuori del matrimonio, con conseguente acquisto, da parte del figlio, della posizione di figlio ’naturale’.

Solitamente il riconoscimento avviene alla nascita del figlio, da parte di uno o di entrambi i genitori, per˛ non deriva automaticamente dalla nascita, ma richiede una apposita dichiarazione che pu˛ essere effettuata mediante:

- denunzia nell’atto di nascita;

- dichiarazione resa davanti all’ufficiale di stato civile, al giudice tutelare o ad un notaio;

- testamento;

- domanda di ’legittimazione’ presentata al giudice o dichiarazione della volontÓ di legittimare il figlio contenuta in un atto pubblico o in un testamento (la legittimazione Ŕ lo strumento con cui il figlio naturale diventa figlio legittimo, cioŔ acquista la stessa posizione di un figlio nato durante il matrimonio).

Il figlio naturale riconosciuto ha una posizione sostanzialmente uguale a quella del figlio nato durante il matrimonio (detto ’legittimo’). Infatti i genitori hanno nei suoi confronti gli stessi obblighi di mantenimento, istruzione ed educazione che avrebbero nei confronti di un figlio legittimo. Inoltre, acquista diritti successori nei confronti dei genitori come un figlio legittimo. Si esclude, invece, che nascano legami di parentela tra il figlio naturale riconosciuto ed i parenti del genitore.

Il cognome che acquista il figlio naturale Ŕ quello del padre, se i genitori lo hanno riconosciuto insieme, altrimenti quello del genitore che ha provveduto al riconoscimento. Se il figlio Ŕ stato riconosciuto prima dalla madre e poi dal padre, spetta al figlio la scelta del cognome. Tuttavia, finchŔ il figlio non abbia raggiunto la maggiore etÓ la scelta Ŕ fatta dal giudice, ma pu˛ essere sempre modificata dall’interessato.

Erminia Acri-Avvocato

SERVIZI
Home
Stampa questo lavoro
(per una stampa ottimale si consiglia di utilizzare Internet Explorer)

Segnala questo articolo
Introduci il tuo nome:
Introduci email destinatario:

STESSA CATEGORIA
IndennitÓ di fine rapporto e divorzio.
Separazione, aborto e consultori familiari
Gli effetti del matrimonio annullato
Affido condiviso e vacanze di Natale.
Separazione e casa coniugale.
Quando la separazione dei coniugi Ŕ "finta"...
Non Ŕ in colpa la moglie che non segue il marito.
Assegnazione della casa coniugale e comodato.
Limiti al mantenimento di figli maggiorenni.
Quesiti legali-Contratti e bisogni della famiglia.
Conto corrente cointestato e convivenza.
L’assegno di mantenimento per i coniugi a reddito minimo
Limiti di etÓ nell’adozione
Assegno di divorzio e nuova convivenza.
Separazione ed affidamento dei figli.
Il cognome del figlio naturale
Assegno di maternitÓ
Assegno Nucleo Familiare e separazione.
L’addebitabilitÓ della separazione.
Il convivente superstite ed il contratto di locazione
DELLO STESSO AUTORE
Quesiti legali - Parentela, affinitÓ e famiglia di fatto
Quesiti legali-Persone con disabilitÓ e parcheggio in area condominiale.
Nessuna scadenza per l’assegno di divorzio.
Quesiti legali- Segnaletica stradale e precedenza.
Assegnazione posti auto nel cortile comune.
Quesiti legali - Chi paga le spese condominiali?
Quesiti legali-Locazione e abitabilitÓ.
L’insegnamento della religione cattolica nelle scuole pubbliche
Quesiti legali- Aria condizionata e condominio.
Quesiti legali-A proposito di pensione di reversibilitÓ.....
Quesiti legali-Tempo di prescrizione a seguito di sentenza.
Costruzione di balconi o terrazzi negli appartamenti.
Quesiti legali-Spese straordinarie e locazione.
Limiti di etÓ nell’adozione
Conto corrente cointestato e convivenza.
Allarme ’fermo auto’
Incidenti stradali e risarcimento danni al trasportato.
Cosa fare quando l’inquilino non se ne va?
Il diritto all’integritÓ psicofisica
Quesiti legali-Cassette postali e condominio.
ARCHIVIO ARTICOLI
Rubriche
Settore Legale
Medicina, Psicologia, Neuroscienze e Counseling
Scienza & Medicina
Emozioni del mattino - Poesie
Economia, Finanza e Risorse Umane
Cultura
Parli la lingua? - DIZIONARI ON LINE
Proverbi e Aforismi
Al di lÓ del muro! - Epistole dal carcere
Editoriali
Organizza il tuo tempo
PROGETTO SCUOLA
La Finestra sul cortile - Opinioni, racconti, sensazioni...
Legislazione su Internet
Psicologia della comunicazione
La voce dei Lettori .
Filosofia & Pedagogia
Motori
Spulciando qua e lÓ - CuriositÓ
Amianto - Ieri, oggi, domani
MUSICA
Il mondo dei sapori
Spazio consumatori
ComunitÓ e Diritto
Vorrei Vederci Chiaro!
News - Comunicati Stampa
Una vita controvento.

PROPRIETARIO Neverland Scarl
ISSN 2385-0876
Iscrizione Reg. Stampa (Trib. Cosenza ) n░ 653 - 08.09.2000
Redazione via Puccini, 100 87040 Castrolibero(CS)
Tel. 0984852234 - Fax 0984854707
Direttore responsabile: Dr. Giorgio Marchese
Hosting fornito da: Aruba spa, p.zza Garibaldi 8, 52010 - Soci (Ar)
Tutti i diritti riservati


Statistiche Visite
Webmaster: Alessandro Granata


Neverland Scarl - Corso di formazione